menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perseguita l'ex convivente e la malmena sotto gli occhi della figlia

Scatta il dispositivo del divieto di avvicinamento dopo una storia tormentata fatta di violenza psicologica e fisica

Vittima di stalking, ha il coraggio di denunciare il suo ex convivente. Una storia triste, fatta di violenza verbale anche davanti ad una minorenne. La donna aveva perso la sua privacy. Si ritrovava il suo ex uomo dappertutto. Nonostante la denuncia, lui non mollava: maltrattamenti, minacce ed atti persecutori. La gelosia che l’uomo nutriva nei suoi confronti sfociava spesso per futili motivi in episodi di violenza fisica e verbale, posti in essere all’interno delle mura domestiche. 

Ma la persecuzione non era solo per la donna ma anche per i più stretti familiari. Le attenzioni si spostavano sulla studentessa tanto da non frequentare la scuola per alcuni giorni poichè spaventata da un episodio che aveva vissuto sotto i suoi occhi: la mamma malmenata.

Tali atteggiamenti violenti e persecutori hanno costretto a cambiare le abitudini di vita dell’intera famiglia ed in particolare quella delle donna che ha vissuto in continuo stato di agitazione e di ansia.

Per il Gip del Tribunale di Benevento nessun dubbio, anche a seguito delle indagini del Commissariato di Ariano: soggetto particolarmente pericoloso tanto da emettere la misura cautelare del divieto di avvicinamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento