rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Via Iannaccone, il consulente: "Limongiello affetto da disturbo dell’adattamento misto"

Il prof.Iuliano di Salerno ha aggiunto: "La situazione ambientale che si era creata e le ripercussioni sull’individuo costituiscono a mio parere una notevole circostanza attenuante, per quanto, di per sé, il disturbo non sia tale da ridurre in maniera significativa la capacità di intendere e volere al momento del fatto"

Si è svolta oggi, dinanzi alla Corte d’Assise di Avellino presieduta dal dottore Scarlato, l'udienza di prosieguo istruttorio a carico di Limongiello Gerardo, accusato di omicidio volontario aggravato nei confronti delle propria moglie.

Nel corso dell’udienza, è stato ascoltato il prof.Iuliano di Salerno già nominato dal Tribunale come consulente d’ ufficio al fine di verificare la capacità d’intendere e volere dell’omicida al momento del delitto; il consulente ha concluso il proprio esame affermando : "L’imputato, all’epoca dei fatti, risultava affetto da disturbo dell’adattamento misto, con alterazione di emozione e condotta. La situazione ambientale che si era creata e le ripercussioni sull’individuo costituiscono a mio parere una notevole circostanza attenuante, per quanto, di per sé, il disturbo non sia tale da ridurre in maniera significativa la capacità di intendere e volere al momento del fatto".

L’udienza è stata aggiornata per la discussione finale al 23 novembre 2022; l’imputato, attualmente libero con il solo obbligo di firma era rappresentato oggi in udienza dall’avv. Concetta Boccella dello studio di Salvia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Via Iannaccone, il consulente: "Limongiello affetto da disturbo dell’adattamento misto"

AvellinoToday è in caricamento