Cronaca

Omicidio di Seriate, Antonio Tizzani cambia di nuovo versione

Il marito ha dichiarato che, al momento del delitto, lui si trovava in giardino per riparare un ombrellone rotto, quasi al buio, con la luce fioca di un lampioncino

Antonio Tizzani, marito di Gianna Del Gaudio e unico indagato per l’omicidio di Seriate, ha rivelato nuovi particolari sulla notte in cui fu assassinata l’ex professoressa avellinese, giustificando il colpevole ritardo con una amnesia causata dal forte trauma.

Antonio Tizzani, dopo aver riferito il particolare postumo del foglietto di carta A4 ripiegato, che il fantomatico “uomo incappucciato” avrebbe portato via dalla borsetta della moglie per poi darsi alla fuga, ha dichiarato agli inquirenti che, quando la moglie è stata uccisa, lui si trovava in giardino per riparare un ombrellone rotto, quasi al buio, con la luce fioca di un lampioncino, in un punto del giardino da cui, a quanto pare, era possibile vedere anche parte del soggiorno.

Tizzani ha dichiarato di non essersi accorto della presenza di un uomo in casa fino a quando, entrando in soggiorno, avrebbe scorto il killer, chino, mentre rovistava nella borsetta della moglie. Nella prima versione, invece, affermava che quando Gianna fu uccisa lui stava dando acqua alle piante in giardino. La versione del marito di Gianna Del Gaudio sembra vacillare ogni giorno di più.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Seriate, Antonio Tizzani cambia di nuovo versione

AvellinoToday è in caricamento