rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Serino

Omicidio Pelosi, l'indagato chiede di sottoporsi alla macchina della memoria

L'esame è stato voluto dagli avvocati per verificare l'attendibilità delle dichiarazioni dell'indagato

Nuovi sviluppi nelle indagini per l‘omicidio di Giovanni Pelosi, il 48enne trovato morto il 3 maggio scorso a Serino. L’unico indagato, Ottavio Pelosi, ha chiesto di essere sottoposto alla macchina della memoria, un esame voluto dagli avvocati per verificare l'attendibilità delle dichiarazioni fornite finora. Il 62enne ha dichiarato di aver salutato Giovanni poco prima della mezzanotte, sostenendo di essere estraneo ai fatti.

Il ritrovamento in strada del corpo privo di sensi

Giovanni Pelosi è stato rinvenuto in strada privo di coscienza il 3 maggio scorso e immediatamente trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale Moscati dove, circa un'ora dopo, è deceduto. A dare immediatamente l'allarme alcuni passanti che hanno visto l'uomo riverso al suolo. Il corpo del 48enne, residente alla frazione Ferrari, presentava una ferita alla testa. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Pelosi, l'indagato chiede di sottoporsi alla macchina della memoria

AvellinoToday è in caricamento