menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto il magistrato Amato Barile: il cordoglio dell'Irpinia

Barile era entrato giovanissimo in magistratura

Amato Barile, magistrato irpino è morto dopo una lunga malattia. Nato a Montefusco 67 anni fa, Barile era entrato giovanissimo in magistratura. 

E' stato procuratore capo presso il Tribunale di Ariano Irpìno, alla Procura di Monza e negli anni ‘90 sostituto ad Avellino. Un curriculum di grande rispetto, quello di Barile, costellato da successi ed incarichi prestigiosi.

Barile nel 2004, tentò anche la strada politica: fu indicato alla carica di sindaco alla guida della coalizione "Patto Civico per Avellino", sostenuto, tra gli altri, dall'ex sindaco Antonio Di Nunno. Ma non riuscì ad indossare la fascia tricolore, trovando posto solo in consiglio comunale che lasciò un anno dopo.

Le esequie si terranno martedì 9 maggio alle ore 16 alla Chiesa di San Ciro.

"Apprendo con sgomento la scomparsa dell'amico Amato Barile, figura integerrima di magistrato e di cittadino pensoso e preoccupato del bene comune. Mi onoro di averlo sostenuto nel suo impegno di candidato a sindaco di Avellino, e ricordo con commozione la generosità ed il disinteresse, con cui si mise a disposizione della città, pagando prezzi altissimi". Lo scrive in una nota l'ex ministro, Gianfranco Rotondi. 

"L'improvvisa scomparsa  dell'amico Amato Barile mi rattrista profondamente. Magistrato di rara umanità e di elevato valore giuridico, Barile era unanimemente stimato nella nostra città, per la quale si spese in una bellissima campagna elettorale". Così lo ricorda l'ex deputato Franco De Luca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento