rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

Minacce in Consiglio Comunale, Maggio indagato. Todisco: "Volevo giustizia dal Consiglio Comunale, non dalla magistratura"

Il presidente del Consiglio Comunale di Avellino, Ugo Maggio, è stato iscritto nel registro degli indagati per le minacce rivolte nei confronti di Francesco Todisco e successivamente registrate nel corso di una diretta streaming del consiglio comunale

Il presidente del Consiglio Comunale di Avellino, Ugo Maggio, è stato iscritto nel registro degli indagati per le minacce rivolte nei confronti di Francesco Todisco e successivamente registrate nel corso di una diretta streaming del consiglio comunale, dopo un accesa discussione tra lo stesso Maggio e la consigliere comunale Iannuzzi, riferimento in aula dello stesso Todisco. Un avviso di conclusione delle indagini preliminari, quello notificato al rappresentante istituzionale e firmato dal sostituto procuratore della Repubblica di Avellino Luigi Iglio.  “Se trovo Todisco’o resto ‘nderra! Diglielo A Todisco che gli spacco la faccia!”, furono le parole del Presidente del Consiglio comunale di Avellino durante il dibattito in aula sul project financing del 23 gennaio 2023. 

Questa mattina, Francesco Todisco ha risposto ai microfoni di Avellino Today, ribadendo quanto affermò anche a inizio anno: "Sono ancora molto rammaricato per quella vicenda. Rimasi profondamente ferito ma, principalmente, come componente di questa comunità. Credo che sia stato inopportuno e inqualificabile che un presidente del Consiglio Comunale potesse esprimersi in quel modo. Io, però, avrei auspicato che, quando è avvenuto il fatto, ci fosse stata una reazione politico/istituzionale diversa. Le dimissioni da parte di Maggio erano davvero un atto dovuto e, invece, non è mai stata compresa la reale portata dell'offesa alla città. Dal punto di vista processuale, la storia farà il suo corso ma, a me, la cosa che più mi ha ferito, è stata l'offesa alla dignità delle istituzioni. Mi sarei aspettato, nell'immediatezza del gesto, una valutazione delle dimissioni di Maggio da parte del Consiglio Comunale. Mi sarei augurato che, la giustizia, arrivasse direttamente dal Consiglio; non certamente dalla magistratura", conclude. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce in Consiglio Comunale, Maggio indagato. Todisco: "Volevo giustizia dal Consiglio Comunale, non dalla magistratura"

AvellinoToday è in caricamento