Caos Mercato, Cipriano a muso duro contro Festa: "Chieda scusa alla città"

Le parole del consigliere dopo la decisione del Tar

Il Tar di Salerno ha accolto il ricorso dei mercatali e bocciato la scelta del sindaco Festa di voler prima sospendere e poi spostare il mercato bisettimanale. Un colpo duro per l'amministrazione che ora dovrà prontamente trovare una nuova area (con il benestare di Asl e Arpac) da "offirire" ai commercianti. In attesa che i protagonisti della vicenda si esprimano durante le reltive conferenze stampa convocate, arriva il commento di Luca Cipriano: "E adesso non sarebbe il caso di chiedere scusa alla città ? Dopo mesi di caos, mercato chiuso, commercio in ginocchio, bus senza sede, soldi pubblici spesi male, assessori impreparati, polemiche infinite, ricorsi, tensioni e disservizi... si scopre che era tutto sbagliato. Come del resto denunciamo noi consiglieri di Opposizione da mesi !!! Sindaco, parliamo ancora di rosiconi ??? Avellino non si amministra con la retorica del sorriso e il vuoto degli slogan. Siamo messi male".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla stessa onda, anche il commento del consigliere Picariello: "Una sonora sconfitta per il sindaco Gianluca Festa. Il Tar di Salerno, in seduta monocratica (in attesa che poi arrivi la pronuncia nel merito), ha accolto il ricorso contro l’ordinanza di trasferimento dell’area mercatale e ha concesso la sospensiva, considerati i ritardi amministrativi nell’adeguare la nuova area di Campo Genova e i conseguenti danni economici per gli ambulanti. Ora il sindaco dovrà decidere se far ritornare il #mercato al piazzale dello stadio oppure trovare una sede alternativa. E intanto proprio oggi apprendo della ripresa dei lavori alla autostazione, l'unico posto in cui dovrebbero stare gli autobus.
In questa città ci sono troppe responsabilità rinchiuse in un cassetto e molti responsabili rimasti impuniti. Chi difende questo stato di cose è complice di un sistema che sta portando Avellino al collasso economico, culturale e sociale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Federica Panicucci, caffè col fidanzato ad Avellino

  • Coronavirus ad Atripalda, donna in quarantena viola la restrizione

  • Tra piscine naturali e cascate mozzafiato, il viaggio in Irpinia firmato eiTravel

  • Raccolta rifiuti a Ferragosto, ecco che cosa cambia

  • Coronavirus, sono un 30enne avellinese e una giovane di Atripalda i nuovi positivi

  • Coronavirus, la 24enne avellinese sta bene ed è asintomatica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento