Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Sant'Angelo dei Lombardi

Dieci medici indagati, scelti i consulenti che dovranno fare luce sulla vicenda

Il chirurgo addominale, Pietro Maida, e il medico legale, Elena Picciocchi, dovranno accertare se sia stata seguita la terapia adeguata per il paziente

Il sito Ottopagine riporta sviluppi importanti in merito alla vicenda che ha coinvolto dieci medici dell'ospedale Criscuoli di Sant'Angelo dei Lombardi. I medici, infatti, sono indagati per aver provocato lesioni a un paziente nel corso di alcune operazioni chirurgiche. Il pm, Paola Galdo, ha affidato lo svolgimento degli accertamenti a due consulenti.  

La vicenda 

Il paziente, nel 2014, è stato ricoverato per essere sottoposto a un'operazione di viscerolisi. Successivamente, ancora, avrebbe dovuto essere sottoposto a un intervento di ileostomia (tecnica chirurgica che consente l'apertura dell'ileo sulla superficie addominale). In questo caso, però, i medici, stando a quanto afferma l'accusa, «gli hanno impiantato, rispetto alla reali esigenze, una colostomia in luogo della ileostomia». E questo avrebbe causato al paziente alcune gravi lesioni. 

I due consulenti, il chirurgo addominale, Pietro Maida, e il medico legale, Elena Picciocchi, dovranno accertare se sia stata seguita la terapia adeguata per il paziente; evidenziando, infine, se siano esistite condotte colpose da parte degli indagati. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci medici indagati, scelti i consulenti che dovranno fare luce sulla vicenda

AvellinoToday è in caricamento