rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca Cervinara

Maltrattamenti nella RSA, Codacons: "Aumentano casi, che fine ha fatto la legge sulla videosorveglianza?"

La nota: "Un ritardo intollerabile che alimenta le violenze e i maltrattamenti a danno di anziani, disabili e bambini e che priva i più deboli delle necessarie tutele”

Ancora un caso di maltrattamenti a danno di anziani che dimostra l’esigenza di installare subito sistemi di videosorveglianza strutture sanitarie, scuole e asili di tutta Italia, per prevenire abusi e allontanare il personale inadeguato. Lo afferma il Codacons, intervenendo sul caso dei maltrattamenti subiti da alcuni anziani nella Rsa di Cervinara, in provincia di Avellino.

“Mentre si moltiplicano in modo preoccupante i casi di abusi e violenze da parte di dipendenti di strutture di assistenza e insegnanti, nulla si sa circa la proposta di legge nazionale del 2018 per l'installazione obbligatoria di telecamere a circuito chiuso negli asili nido e nei centri per gli anziani approvata dalla Camera – attacca il presidente Carlo Rienzi – Un ritardo intollerabile che alimenta le violenze e i maltrattamenti a danno di anziani, disabili e bambini e che priva i più deboli delle necessarie tutele”.

“Solo installando telecamere in asili e scuole è possibile prevenire abusi e punire immediatamente operatori sanitari e insegnanti violenti, allontanandoli dalle strutture scolastiche e sottoponendoli ai procedimenti giudiziari del caso” – conclude Rienzi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti nella RSA, Codacons: "Aumentano casi, che fine ha fatto la legge sulla videosorveglianza?"

AvellinoToday è in caricamento