menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venti giorni di arresti domiciliari ingiusti: risarcito con 12mila euro

La decisione della Corte di Appello di Napoli, 8° sezione penale

La Corte di Appello di Napoli, 8° sezione penale, vista la richiesta di riparazione per ingiusta detenzione, depositata il 12 novembre 2013 presso la cancelleria della Corte d’Appello di Napoli dal difensore di Giuseppe Ragucci e i documenti ad essa allegati ha liquidato in favore del Ragucci la somma complessiva di euro 12.358,2 per l’ingiusta detenzione patita. Giuseppe Ragucci fu sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la sua abitazione di Cervinara, dal 28 aprile al 18 maggio 2009, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere il 21 aprile 2009 per il delitto di peculato in concorso con altri. Fu rimesso in libertà il 19 maggio 2009, in virtù di un provvedimento del Tribunale del riesame di Napoli di annullamento dell’ordinanza suddetta. Rinviato a giudizio, fu assolto per non aver commesso il fatto, dal giudice monocratico del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere con sentenza n.921/11, depositata il 14 dicembre 2011, irrevocabile dal 23 gennaio 2012.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento