Riapriamo la seggiovia del Laceno: la petizione fa pieno di firme

É partita la corsa per firmare la petizione indirizzata al sindaco di Bagnoli Irpino

1500 firme in tre giorni. È questo il dato che emerge dalla petizione a prova di social che chiede di riattivare la seggiovia del Laceno. Il documento sarà inviato al sindaco di Bagnoli Irpino.

Di seguito il testo integrale della petizione

Da irpino costretto per trovare lavoro ad emigrare dalla mia amata terra, piange il cuore a vedere chiuse le due seggiovie del Laceno. Da oltre 40 anni, gli impianti hanno permesso a noi tutti di usufruire di questo spettacolare angolo di paradiso, di poter giocare con la neve, di poter sciare, di poter conoscere la montagna.

Turisti ed amanti della montagna Irpini, Campani e di ogni provenienza per decenni hanno potuto godere della bellezza della natura e delle meravigliose piste da sci del comprensorio.

In un periodo di forte crisi occupazionale è assurdo che per beghe di concessioni tra Comune e Società che gestisce gli impianti non si riesca a trovare un accordo, che consenta la riapertura degli impianti. Ciò porterebbe turismo e sviluppo in tutta l’area.

Con questa petizione si chiede al sindaco del Comune di Bagnoli Irpino, Al Presidente della Provincia di Avellino e al Governatore della Campania di intervenire con urgenza e fare quanto possibile per consentire a tutti gli amanti della montagna e turisti di poter di nuovo usufruire degli impianti e delle piste del comprensorio del Laceno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando finirà la zona rossa in Campania: si rischia una settimana in più

  • Guida Michelin, tra vecchie e nuove stelle ecco i migliori ristoranti campani

  • Coronavirus in Irpinia, sono 93 i positivi di oggi: altri 13 ad Avellino

  • Coronavirus in Irpinia, sono 115 i positivi di oggi: altri 19 ad Avellino

  • Coronavirus in Irpinia, sono 194 i positivi di oggi: altri 38 ad Avellino

  • Colti da sintomi febbrili, chiamano l'Asl di Avellino per il tampone ma non risponde nessuno

Torna su
AvellinoToday è in caricamento