Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Cori contro Salerno, il sindaco Festa rischia un'accusa per diffamazione

Le frasi offensive rivolte nei confronti del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, sono ora al vaglio della Procura

Gianluca Festa rischia di essere indagato anche per diffamazione. Stando a quanto si apprende, successivamente ai cori contro Salerno avvenuti lo scorso 30 maggio, le frasi ingiuriose rivolte nei confronti del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, sono ora al vaglio della Procura. Il fascicolo è nelle mani del pm Paola Galdo. 

Le accuse mosse nei confronti del sindaco 

Il sindaco, intanto, ha deciso di prendere tempo in merito al pagamento della contravvenzione. Il primo cittadino del capoluogo irpino, infatti, ha ritenuto fosse opportuno attendere l'esito delle indagini delle Procura, prima di effettuare il pagamento della sanzione. 

Festa aveva già affermato di essere pronto a difendersi

Il sindaco Festa rischia di essere indagato per diffamazione e, ai nostri microfoni, aveva promesso battaglia:

"E' evidente che, per quanto mi riguarda, bisogna comprendere le motivazioni per cui mi è stata elevata questa sanzione. Se non vedranno una mia responsabilità rispetto all'accaduto, è chiaro che la pagherò. Ma, se in qualche modo mi venisse contestata una responsabilità, credo che sia mio dovere difendermi per far prevalere quelle sono state le ragioni". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cori contro Salerno, il sindaco Festa rischia un'accusa per diffamazione

AvellinoToday è in caricamento