rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Falso in bilancio al Comune di Pratola Serra: "Rilevammo delle anomalie ma fu approvato lo stesso"

Nella giornata di oggi, presso il Tribunale di Avellino, ha avuto luogo l’udienza nei confronti dell’ex sindaco di Pratola Serra, Antonio Aufiero

Nella giornata di oggi, presso il Tribunale di Avellino in composizione monocratica presieduta dal giudice, dott.ssa Elena Di Bartolomeo, ha avuto luogo l’udienza nei confronti dell’ex sindaco di Pratola Serra, Antonio Aufiero, difeso di fiducia dall’Avv. Gaetano Aufiero e dall’Avv. Teodoro Reppucci, in concorso morale e materiale con i componenti del Consiglio Comunale del Comune di Pratola Serra, nell’ambito del procedimento amministrativo relativo l’approvazione del bilancio consuntivo dell’Ente per l’anno 2017, attestavano falsamente fatti dei quali l’atto era destinato a provare la verità.

La prima escussione del giorno è stata quella dell'attuale consigliere di maggioranza di Pratola Serra, Rocco Raniero Sellitto: “Tutto è partito dalle anomalie riscontrate dalla presentazione del bilancio 2018. I debiti fuori bilancio, l’approvazione dei residui attivi. Difformità nel consuntivo finale che poi è stato approvato. Dopo l’approvazione noi abbiamo cercato di chiedere l’annullazione della approvazione perché non la ritenevamo corretta. La nostra richiesta fu bocciata dall’allora maggioranza.  Noi abbiamo elencato tutto ciò che, secondo noi, non andava bene e che poi è stato vagliato anche dal revisore dei conti”. Incalzato dalla difesa, l'escusso ha affermato di essersi limitato a valutare la presenza di anomalie all'interno dei suddetti residui attivi, ma non di verificare - nel dettaglio - quali effettivamente fossero. 

La seconda escussione, invece, è stata quella del consigliere comunale dell'attuale amministrazione di Pratola Serra, Carmine Vacchio: “Noi avevamo notato delle anomalie e, per accertarle, abbiamo mandato la comunicazione al revisore. L’esito ha appurato che c'era qualcosa che non andava. Chiedemmo spiegazioni in merito a questa discrasia. Il revisore fece una sintesi in cui, in quasi tutti i punti, compariva "la richiesta non è stata evasa". Il bilancio,  però, è stato approvato lo stesso. Noi, in Consiglio comunale, abbiamo anticipato che saremmo andati dalla Guardia di Finanza. Cosa che, poi, abbiamo regolarmente fatto. La nostra contestazione, alla fine, non è stato l'errore in sé, ma il fatto che, la maggioranza, non ha voluto fare nulla per rimediare". 

La prossima udienza è attesa per il 19 giugno 2023. 

La pesante accusa di falso in bilancio

Nello specifico,  nel corpo della Delibera, il Consiglio Comunale del 24 maggio 2018, avente ad oggetto l’approvazione del bilancio 2017, riportavano residui attivi per euro 8.415.333,86, residui passivi per euro 6.695.352,46 ed un risultato di amministrazione in avanzo di euro 1.719.981,40 (mentre i reali valori dei residui, 136.205,71, erano riferibili a poste attive inesistenti e non rispondenti al vero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falso in bilancio al Comune di Pratola Serra: "Rilevammo delle anomalie ma fu approvato lo stesso"

AvellinoToday è in caricamento