rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Escrementi dei cani in strada, pugno duro ad Avellino

Ai proprietari dei cani è richiesto di munirsi di paletta e di un numero appropriato di sacchetti o altri strumenti idonei, da esibirsi a richiesta del personale incaricato dell'esecuzione dell'ordinanza, per la raccolta degli escrementi che dovranno essere riposti negli appositi contenitori

Pugno duro dell’amministrazione comunale di Avellino verso i proprietari di cani incuranti delle regole e del rispetto delle aree pubbliche cittadine. Sono continue, infatti, le segnalazioni pervenute in materia di abbandono di deiezioni solide di cani sul suolo pubblico e in particolare sui marciapiedi destinati alla circolazione pedonale, sui prati e nelle aiuole dei giardini pubblici destinati alla ricreazione e allo svago. 

Esiste un disagio dei cittadini a causa del malcostume diffuso tra i proprietari dei cani che durante le passeggiate con i loro animali abbandonano gli escrementi sul suolo, ovunque si trovino, trascurando l’evidente dovere civico di provvedere alla loro raccolta con mezzi adatti e al loro smaltimento tra i rifiuti organici. 

Ecco il senso dell’ordinanza sindacale sul divieto di abbandono di deiezioni in aree pubbliche, provvedimento atto a prevenire e reprimere i comportamenti che hanno conseguenze negative sulla salubrità dell’ambiente, sul decoro della città e sulla sicurezza delle persone.

Ai proprietari dei cani è richiesto di munirsi di paletta e di un numero appropriato di sacchetti o altri strumenti idonei, da esibirsi a richiesta del personale incaricato dell’esecuzione dell’ordinanza, per la raccolta degli escrementi che dovranno essere riposti negli appositi contenitori collocati lungo le strade cittadine (Piazza Castello, Piazza Libertà, Piazza Kennedy, Via Pionati, Via Verdi, Piazza Aldo Moro incrocio Via Dante Alighieri-galleria Tribunale di Avellino).

I controlli messi in campo dagli uomini del comandante Arvonio saranno costanti, nelle varie aree pubbliche cittadine, e per i trasgressori – dopo il periodo di sensibilizzazione – scatteranno multe e verbali. “Per  questo problema, come per tanti altri – spiega il colonnello Arvonio – credo che la soluzione vada cercata insieme a chi è direttamente coinvolto. Il Comune deve fare certamente la sua parte, ma è la Comunità, tutta insieme, che deve contribuire a risolvere le questioni che riguardano la buona e serena convivenza civile. Questa non è un’accusa, ma solo una semplice richiesta di collaborazione a trasmettere la sensibilità e la buona educazione a chi condivide l’amore per gli animali, ma non adotta quelle attenzioni e quei comportamenti richiesti nel momento in cui il proprio cane soddisfa i suoi bisogni naturali.

Abbiamo bisogno della collaborazione dei cittadini – prosegue Arvonio – per risolvere un problema sollevato ormai in maniera quotidiana. Siamo costantemente sommersi da segnalazioni e reclami con cui viene richiesto di intervenire contro le deiezioni canine. Spero davvero che insieme possiamo migliorare la qualità dello spazio pubblico del nostro Paese imparando ed insegnando ad essere tutti un po’ più cittadini modello per gli altri. Questa è una grande opportunità e mi auguro che tutti i proprietari riescano a comprenderlo, rispettando le regole”.  Nei prossimi giorni, per una settimana, gli uomini del comandante Arvonio distribuiranno ai proprietari di cani anche un apposito volantino per sensibilizzare ulteriormente i cittadini ad un maggior rispetto delle regole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escrementi dei cani in strada, pugno duro ad Avellino

AvellinoToday è in caricamento