menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corruzione all'Ente irrigazione: 11 misure cautelari

Disposto anche il sequestro preventivo di conti correnti e beni mobili nei confronti di uno degli undici arrestati

La polizia, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura di Potenza, ha eseguito 11 arresti nei confronti di funzionari pubblici, imprenditori e professionisti che avevano formato - secondo l'accusa - una "rete collusiva tendente alla spartizione collaudata di diversi bandi di gara dell'Ente irrigazione di Puglia, Lucania e Irpinia".

Oltre agli arresti - in carcere e ai domiciliari - gli agenti della squadra mobile della questura di Potenza, del reparto prevenzione crimine e di altre unità, hanno eseguito perquisizioni a Potenza, Matera, Parma e nella provincia di Barletta, Andria, Trani. I reati ipotizzati sono quelli di turbata libertà degli incanti e del procedimento di scelta del contraente, corruzione, induzione indebita e dare o promettere denaro o altre utilità, truffa aggravata, abuso d'ufficio e falso in atto pubblico.

Disposto anche il sequestro preventivo di conti correnti e beni mobili nei confronti di uno degli undici arrestati, con riferimento agli illeciti appalti banditi dall’EIPLI di Bari. A emergere è stato anche il tentativo da parte dei componenti dell’associazione a delinquere di spingere su alcuni politici per ottenere la modifica dell'assetto istituzionale e del management dell'Ente, allo scopo di avere carta bianca nelle gestione degli appalti.

Maggiori dettagli saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11:30 presso la Procura della Repubblica di Potenza

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento