menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disperso in montagna, incontro in Prefettura per fare il punto

"Mi siedo qui e aspetto, ho il cellulare scarico" aveva riferito nel pomeriggio di venerdi scorso, nell'ultima telefonata fatta agli amici che erano con lui

Vertice in Prefettura ad Avellino con la Dirigente Area Protezione Civile, Il Comandante VVF, il Comandante CFS, il Sindaco di Senerchia, il Comandante Compagnia carabinieri Montella e il Responsabile Regionale CNSAS per fare il punto della situazione in merito alle ricerche di Antonio Rocco, scomparso da venerdì sui monti dell'Irpinia tra i comuni di Senerchia e Calabritto. La battuta per ritrovare l'uomo continua incessantemente.

Stanno lavorando oltre al personale già citato finora, la Misericordia di Montella ed il Soccorso Montano Dedalo di Giffoni V.P.. Inoltre il CNSAS Campania ha chiesto rinforzi alle Regioni limitrofe e da Puglia, Basilicata e Calabria e sono giunti vari operatori nonchè dei Coordinatori Operazioni di Ricerca. Ma fino ad ora le ricerche hanno dato esito negativo. Sui monti sono giunti anche i figli dell'uomo, i familiari.

"Mi siedo qui e aspetto, ho il cellulare scarico" aveva riferito nel pomeriggio di venerdi scorso, nell'ultima telefonata fatta agli amici che erano con lui. I suoi amici hanno raccontato ai soccorritori che era andato alla ricerca di funghi privo di qualsiasi attrezzature, con scarpe da città e finanche senza il classico cestino per cercare i funghi. A rendere difficoltose le ricerche sono le cime impervie del Polveracchio e le tante zone nascoste fra le rocce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento