Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus e vaccini, De Luca: "Siamo prudenti, in Campania uno dei più consistenti focolai di variante delta"

Le dichiarazioni del Governatore nel corso della videodiretta odierna: "Ribadisco che l'area di Napoli è quella dalla più elevata densità abitativa, per questo motivo dobbiamo essere molto prudenti. La variante Delta è aggressiva soprattutto nei confronti dei più giovani"

Nel corso del consueto appuntamento con la videodiretta del venerdì pomeriggio, il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha tracciato il punto della situazione sull’andamento dei contagi, anche in relazione alle varianti del virus, sulla campagna vaccinale e sulle misure per contenere la pandemia.

"Ecco perché è ancora obbligatorio l'uso della mascherina"

Sull'emergenza epidemiologica, il Presidente annuncia importanti novità: "Abbiamo sfondato il muro dei cinque milioni di cittadini vaccinati, di cui 1,7 milioni hanno ricevuto la doppia dose. Abbiamo registrato, in questa settimana, una ripresa nelle vaccinazioni: abbiamo richiamato i cittadini alla responsabilità e mi sembra che una risposta ci sia stata, non solo in termini di doppie dosi, ma anche di prime dosi".

Sull'obbligo della mascherina, De Luca precisa: "Abbiamo qui in Campania uno dei due focolai più consistenti in Italia di variante delta: ribadisco che l'area di Napoli è quella dalla più elevata densità abitativa, per questo motivo dobbiamo essere molto prudenti. La variante Delta è aggressiva soprattutto nei confronti dei più giovani. La scorsa settimana, in terapia intensiva, sono andati due ragazzi di 30 e 31 anni. L'altra settimana, ragazzi 18enni tornati da Maiorca si sono beccati la variante Delta. Vi spiego un altro motivo per cui dobbiamo fare attenzione: il 1° luglio 2020, in Campania, avevamo 9 positivi, 17 ospedalizzati e 0 ricoveri in terapia intensiva; oggi, 1° luglio 2021, abbiamo 107 positivi, 217 persone negli ospedali e 19 ricoveri in terapia intensiva. Questi dati non ci devono angosciare, ma ci dicono che dobbiamo essere prudenti, perché abbiamo un elemento positivo in più, ossia le 5 milioni di vaccinazioni, ma un elemento negativo, ossia 700.000 cittadini che non hanno fatto ancora una dose. Mettetevi la mascherina, perché la contagiosità della variante Delta si sviluppa in 10 secondi. Vale la pena fare questi sacrifici che, tuttavia, consentono un'ottima protezione dal contagio".

"Dobbiamo arrivare a oltre 9 milioni di vaccinazioni entro novembre"

Sul capitolo vaccini: "Dobbiamo continuare così. Ci siamo posti l'obiettivo di immunizzare tutta la Campania entro la fine del 2021. Questo significa che dobbiamo fare la seconda dose per chi manca all'appello: questo significa che bisogna lavorare all'obiettivo delle 9.100.000-200.000 vaccinazioni. Dobbiamo avere una tenacia feroce, tedesca, e fare queste vaccinazioni entro il mese di novembre. Aiutateci a raggiungere quest'obiettivo, se vogliamo riprendere la vita normale e aprire tutto, ma per sempre. Mettetevi la mascherina e vaccinatevi tutti".

Sul green pass e sulla card vaccinale, De Luca precisa: "Oggi, a Roma, discutono sulla possibilità di consegnare il green pass dopo la seconda dose. Noi, in Campania, questa cosa l'abbiamo già decisa quattro mesi fa, consegnando a oggi circa 500.000 card vaccinali. In questo modo, i cittadini potranno andare più facilmente a vedere le partite, al teatro, ai ristoranti".

Non solo contrasto all'emergenza Covid-19: "Abbiamo avuto un ritardo anche grave per gli screening oncologici: dobbiamo risolvere quanto prima questa criticità, altrimenti risolveremo l'emergenza Covid, e ci ritroveremo con un altro problema, legato alle malattie tumorali".

Su Salvini: "Ogni volta sua affermazione mi fa guadagnare 100.000 voti"

De Luca ritorna a parlare del leader della Lega, Matteo Salvini: "In questo momento, in Campania vaga un esponente politico sceso da Milano: ogni anno, qui in Campania abbiamo la fortuna di ospitare tale esponente politico, siamo una regione ospitale. L'appello che faccio a questo signore è di vaccinarsi quest'estate, di non fare lo scapigliato e di passare almeno un'ora della sua giornata a leggere qualcosa. Quest'esponente politico passa l'intera giornata a fare tweet, interviste, comparsate in televisione. Rappresenta la nuova classe dirigente di questo paese: analfabeti di ritorno e, in alcuni casi, anche d'andata. Vaccinati, amico mio, e mettiti la mascherina. Per il resto, ogni dichiarazione che fa questo signore che scende da Milano mi fa guadagnare 100.000 voti. Dio lo benedica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e vaccini, De Luca: "Siamo prudenti, in Campania uno dei più consistenti focolai di variante delta"

AvellinoToday è in caricamento