menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, uno studio rivela: "Campania fuori dall'emergenza entro il 20 aprile"

Le previsioni dell'Eief sulla fine della pandemia nella nostra regione

Gli effetti della quarantena in Campania dovrebbero concretizzarsi entro metà aprile, secondo lo studio dell’Einaudi Institute for Economics and Finance (Eief), che ha avviato un lavoro di ricerca sulla base dei dati forniti dalla Protezione Civile, per formulare le prime proiezioni attendibili per l'attesa quota zero nei contagi.

Secondo tali proiezioni ottimistiche, qualora proseguissimo nella strada del massimo contenimento del virus a maggio potrebbero esserci zero contagi in Italia, come riporta anche Today. Lo studio è stato condotto da Franco Peracchi, docente della Georgetown University e dell'Università di Roma Tor Vergata e per la prima volta cerca di fornire un orizzonte per l'azzeramento delle nuove diagnosi di Covid-19 fra il 5 e il 16 maggio. La Toscana ad oggi sembra la regione più indietro nel piegare la curva. Potrebbe andare meglio in Trentino-Alto Adige che potrebbe vedere la luce in fondo al tunnel già il prossimo 6 aprile, seguita da Basilicata e Valle d’Aosta, poi Lazio. Per le regioni più colpite ci vorrà più tempo, per il Veneto il giorno-zero sarà tendenzialmente dopo il 14 aprile, entro fine aprile traguardo anche per Lombardia ed Emilia-Romagna.

Per la regione Campania, invece, la data prevista per il giorno a zero contagi potrebbe essere il 20 aprile. Chiaramente prima di tornare alla normalità servirà del tempo, perchè i rischi di contagi di ritorno dureranno mesi. Il problema inoltre è che oggi non esiste una reale conoscenza dell'entità dell'epidemia, visto che gli effettivi positivi, magari asintomatici, sono nettamente sottostimati. 

Secondo una proiezione dello stesso istituto Eief, inoltre, si può calcolare che le famiglie più direttamente colpite dalla chiusura dell’attività, quelle cioè in cui almeno uno dei percettori di reddito lavora in una delle branche di cui il Governo ha disposto la chiusura, sono circa il 25% del totale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri due decessi al "Frangipane"

  • Cronaca

    Bambino positivo al Covid-19, scuola chiusa a Cervinara

  • Cronaca

    Sversamento illecito di acque reflue in un fondo agricolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento