menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus in Irpinia: 10 nuovi casi nelle ultime 72 ore, riapre la Palazzina Alpi al Moscati

Prima il caso di Moschiano, poi l'escalation nel serinese, infine due nuovi contagi a Rotondi: nella nostra provincia torna l'incubo Covid-19

Un'emergenza che sembrava destinata a finire, con la maggior parte dei Comuni della Provincia diventati Covid free. E invece, sono bastate 72 ore a fare riaccendere la paura in Irpinia.

Coronavirus in Irpinia: la situazione

L'incubo Covid-19 è ritornato nella giornata di venerdì, con il caso di Moschiano riguardante una donna che, recatasi in ospedale per partorire, ha scoperto di essere positiva al Coronavirus.

Tra la giornata di sabato e quella di ieri, inoltre, l'escalation di casi nella zona del serinese lascia presagire un possibile focolaio in atto: ben 6 i casi riscontrati nel solo Comune di Santa Lucia di Serino, dove ad avere la peggio è un uomo di 69 anni, attualmente intubato al "Moscati" a causa di gravi problemi respiratori. A questi, ancora, va aggiunto un altro paziente positivo al Covid-19, un 71enne di San Michele di Serino.

Gli ultimi due casi accertati a Rotondi, infine, hanno fatto salire a quota 10 i contagi da coronavirus riscontrati negli ultimi tre giorni. Una situazione preoccupante, che ha fatto immediatamente scattare l'allarme tra le autorità sanitarie, con la riapertura della Palazzina Alpi nella Città Ospedaliera.

L'emergenza non è finita, il livello di allerta è al massimo e, dal punto di vista sanitario, efficienza e tempismo giocano un ruolo fondamentale ai fini di affrontare un incubo che non vuole finire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento