menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus ad Ariano Irpino, proseguono le indagini sulle cause del focolaio

Ascoltati operatori e pazienti dell'Ospedale Frangipane e del Centro Minerva

Continuano le indagini della Procura della Repubblica di Benevento sulle cause che hanno originato il focolaio di coronavirus ad Ariano Irpino. La magistratura, in particolare, intende far luce su quanto accaduto all'Ospedale "Frangipane" e al Centro Minerva, dove si sono registrati, nel corso della prima fase, gli episodi di maggior diffusione del contagio.

Ascoltati operatori medico-sanitari, pazienti e famiglie

Per questo motivo, negli ultimi giorni, la Procura ha ascoltato le testimonianze di medici, operatori socio-sanitari, pazienti e famiglie che hanno frequentato il presidio ospedaliero o la casa di cura del Tricolle.

In un'intervista rilasciata a "Il Mattino", il procuratore Aldo Policastro ha ribadito che le testimonianze raccolte sono state, e sono tuttora, utili per ricostruire il quadro della situazione: "Sono vicende che sono state denunciate nelle ultime settimane e sulle quali stiamo lavorando con l'attenzione dovuta, seppur con tante difficoltà".

Al momento, l'ipotesi più accreditata sembrerebbe essere quella secondo cui la diffusione del virus sarebbe partita, in via diretta o indiretta, dagli ambienti della riabilitazione dell'Ospedale "Frangipane", per poi arrivare al Centro Minerva.

Ed è proprio sulle modalità di trasmissione del Covid-19 da una struttura all'altra che la Procura di Benevento indaga, con l'accusa di epidemia colposa e omicidio colposo. Anche se, fino ad ora, non risultano persone iscritte nel registro degli indagati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento