Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Caso Sidigas, Spanò dinanzi al procuratore D’Onofrio e al pm Russo

La sua confessione

Nella mattinata di oggi, dinanzi al procuratore Vincenzo D’Onofrio e al pm Vincenzo Russo, venivano ascoltati nell’inchiesta denominata Ground Zero 2, il giudice tributario Fernando Spanò, e il funzionario amministrativo Giuseppe Naimoli. Spanò ha confessato che, in determinate occasioni,accettò tangenti per favorire degli imprenditori, citandone anche uno concernente la “Enerimpianti”, società del gruppo Sidigas.

Il destino dello sport in Irpinia

Gli avvocati avranno tempo fino al 6 novembre per presentare un piano di rientro capace di soddisfare i creditori ma, nel frattempo, come vi abbiamo raccontato, la Guardia di Finanza ha acquisito i bilanci dell’Us Avellino 1912 e della Scandone San Felice 1948. Senza dimenticare, ovviamente, che il Riesame ha confermato il sequestro di beni per un valore di 97 milioni di euro riconducibili a Gianandrea de Cesare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Sidigas, Spanò dinanzi al procuratore D’Onofrio e al pm Russo

AvellinoToday è in caricamento