menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bomba carta a Quindici, condannato Luigi Vitale

L’uomo è stato condannato a 4 anni e 4 mesi di detenzione carceraria perché ritenuto il mandante dell’attentato ai danni dell’autovettura dell’imprenditore Patrizio Donnarumma

E' giunta la sentenza per Luigi Vitale detto O'Stak. L’uomo è stato condannato a 4 anni e 4 mesi di detenzione carceraria perché ritenuto il mandante dell’attentato ai danni dell’autovettura dell’imprenditore Patrizio Donnarumma. Le accuse a carico di Luigi Vitale sono molteplici: violenza e minaccia per costringere a commettere un reato, cessione e detenzione di materiale esplosivo, induzione alla falsa testimonianza con l’aggravante di aver agito con modalità mafiose.

L'accaduto risale alla sera del 21 giugno 2018 quando l'esplosione di una bomba carta distrusse l'auto in sosta dell'imprenditore Patrizio Donnarumma, a Bosagro nel comune di Quindici. Luigi Vitale fu arrestato nel luglio del 2020 su disposizione del Gip Luana Romana del Tribunale di Napoli, a seguito delle indagini dei Carabinieri. L'intento dell'accusato era quello di intimidire l'imprenditore chiamato a testimoniare nel processo penale nel quale erano imputati l’ex sindaco di Pago, Giuseppe Corcione, e alcuni membri della sua amministrazione coinvolti in vari filoni dell’inchiesta condotta dal Pm Francesco Soviero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I due nuovi vaccini contro il Covid in arrivo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Incendio in un edificio a Montella, intervengono i Vigili del Fuoco

  • Incidenti stradali

    Cisterna in fiamme sulla Ofantina: interviene la Polstrada

  • Cronaca

    Coltivava abusivamente canapa sativa, 45enne denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento