Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca

L'Avvocato avellinese Rolando Iorio attacca Roberto Saviano: "Considerazioni incondivisibili ed offensive"

L'Avvocato avellinese Rolando Iorio non ci sta alle dichiarazioni rese dallo scrittore Roberto Saviano in merito ai fatti accaduti nel Carcere di Santa Maria Capua Vetere nel mese di Aprile dell'anno scorso

L'Avvocato avellinese Rolando Iorio non ci sta alle dichiarazioni rese dallo scrittore Roberto Saviano in merito ai fatti accaduti nel Carcere di Santa Maria Capua Vetere nel mese di Aprile dell'anno scorso.

In particolare l'Avvocato, difensore di ESPOSITO Ciro, ossia di colui che per primo attraverso la moglie Flavia ha denunciato alle Autorità competenti le violenze accadute nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, non condivide alcune affermazioni dello scrittore, rese di recente in un video immesso in rete.

Secondo l'Avvocato Iorio, infatti, ci sarebbero numerose inesattezze nonché frasi offensive sia per i poliziotti penitenziari che per gli stessi detenuti.

Innanzitutto, dice l'avvocato, non è assolutamente vero "che tra i detenuti picchiati ci sono solo piccoli spacciatori, piccoli criminali, con rigorosa e non casuale esclusione degli affiliati, dal momento che tra le vittime della mattanza ci sono anche molti detenuti, tra cui alcuni miei assistiti, in primis lo stesso Esposito Ciro, in carcere con accuse di associazione camorristica. Pertanto la frase enfaticamente pronunciata più volte da Saviano <>, non corrisponde al vero. Del tutto inaccettabile, poi, oltre che gratuitamente offensiva, è la spiegazione fornita dallo scrittore: <>. Ebbene, cosa vuol dire Saviano con questa affermazione gravissima? Chi riceve queste <>. Se sa qualcosa, parli, denunci. Questa frase, in realtà, getta solo un'onta sul Corpo della polizia penitenziaira che, di fatto, vive quotidianamente proprio quella stessa delicata condizione che vivono i detenuti, in un insolito connubio che unisce simultaneamente controllati e controllori.

Del tutto fantasioso è infine il pronostico in merito a quanto accadrà nelle Carceri in futuro laddove, sempre a detta dello scrittore, <>.

L'Avvocato avellinese, intanto, si è recato recentemente nel Carcere di Spoleto dove nel frattempo è stato trasferito Esposito. "L'ho trovato assai dimagrito, invecchiato, preoccupato per quanto accaduto e per le eventuali ripercussioni. Teme per la sua incolumità tanto che ha involontariamente ingerito alcune lamette che aveva nascosto in bocca, pensando in questo modo di difendersi da eventuali aggressioni".   

L'Avvocato Rolando Iorio, difensore tra gli altri dei Sibillo, nonchè di Felice Maniero, Angelo Izzo, Augusto La Torre, Costantino Di Silvio ecc., ci tiene comunque a precisare di nutrire profonda stima in Roberto Saviano e di conoscerne la profonda onestà intellettuale, ragion per cui  attende una tempestiva rettifica da parte dello scrittore che chiarisca quei punti del suo video che possono generare dubbi e fraintendimenti.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Avvocato avellinese Rolando Iorio attacca Roberto Saviano: "Considerazioni incondivisibili ed offensive"
AvellinoToday è in caricamento