menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Detenuto aggredisce l'avvocato, un altro minaccia di incendiare la cella

La situazione al Carcere di Bellizzi è fuori controllo

La Segreteria Nazionale del SAPPE rende noto che nella Casa Circondariale di Avellino si susseguono eventi critici di varia natura non esclusa quella violenta. Stando a quanto si apprende, un avvocato del Foro di Napoli, durante un colloquio con un suo assistito, è stato in maniera cruenta preso a pugni al volto con visibili lesioni. Il professionista malcapitato è stato costretto a ricorrere alle cure dei Sanitari, scattato l’allarme durante l’evento critico il Personale è intervenuto in forza per ristabilire l’ordine e la sicurezza e contenere l’aggressore. Il detenuto, artefice di tale inconsulto gesto anch’egli di origine napoletana ha poi in segno di protesta compiuti gesti autolesionisti procurandosi dei tagli alle braccia, lo stesso veniva medicato presso la locale infermeria.

Inoltre, qualche giorno fa, un detenuto rifiutatosi di entrare in cella sin dal mattino, si è reso protagonista di un gesto di protesta in serata quando, munito di bombolette di gas, ha minacciato i poliziotti e i compagni di detenzione, di fare esplodere le bombolette e di appiccare il fuoco alla sezione, facendo vivere momenti di vera tensione.

Negli ultimi giorni sono stati sequestrati 9 cellulari in possesso dei detenuti in vari reparti, a riprova che le condizioni di sicurezza all’interno della struttura sono ormai ai minimi termini. Dall’inizio dell’anno sono stati sequestrati circa 60 apparecchi telefonici, l’utilizzo degli stessi consente comunicazioni sul territorio dalla criminalità alla criminalità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, 67enne deceduta al Moscati

  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, due anziani deceduti al Frangipane

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento