menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avella, morì nel 2015 in una pineta: a processo due imputati

La 19enne Sonia Cuomo perì a seguito di una rovinosa caduta

Era il 1 maggio 2015 quando Sonia Cuomo, ragazza 19enne originaria di Ponticelli (Napoli), incontrò la morte in una pineta ad Avella, cadendo rovinosamente da un precipizio.

Questa mattina, presso il Tribunale di Avellino, è partito il processo nei confronti di Domenico Biancardi (allora sindaco di Avella, oggi Presidente della Provincia) e del responsabile del servizio "Ambiente e manutenzione patrimonio" Pasquale Maiella.

Contestate l'assenza di condizioni di sicurezza

I due imputati, entrambi accusati di omicidio colposo e assistiti dagli avvocati Giovanni Iacobelli e Generoso Pagliarulo, dovranno rispondere dinanzi al giudice in merito alla mancanza delle condizioni di sicurezza all'interno della pineta, venute meno a causa dell'assenza di una recinzione tra la pineta stessa e la scarpata e di appositi segnali di pericolo, interventi che dovevano essere effettuati, secondo quanto stabilito da una delibera emanata nel 2014 dalla Giunta comunale dell'epoca, ma mai realizzati.

A costituirsi parte civile, nel processo, la nonna di Sonia, affiancata nella causa dall'avvocato Gerardo Di Martino. La famiglia della sfortunata ragazza si è sempre battuta per far sì che fossero riconosciute le responsabilità dei colpevoli e che le indagini venissero riaperte, dopo che la Procura di Avellino aveva disposto inizialmente un'archiviazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento