Aumento dei casi di Covid-19 in Campania, De Luca preannuncia l'Operazione Verità

Il Governatore, nel descrivere la situazione di crescente tensione a Mondragone, dichiara che la Regione non si fermerà nella lotta al coronavirus: "Saremo noi a individuare, territorio per territorio, i contagiati con tamponi di massa"

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del consueto appuntamento del venerdì pomeriggio, ha parlato di quanto accaduto in questi giorni a Mondragone, con un vertiginoso aumento dei contagi e le crescenti tensioni tra la comunità locale e quella bulgara, presso la quale si è registrato un focolaio negli ultimi giorni.

Contagi e tensioni a Mondragone: "Ho fatto contattare l'ambasciata bulgara"

Cresce la tensione sociale a Mondragone: un problema che, secondo il Governatore, riguarda, innanzitutto, il Ministero dell'Interno e le istituzioni locali, tra cui il Prefetto e il sindaco del comune del casertano: "Oggi, noi interveniamo in una situazione incancrenita da dieci anni, rispetto alla quale un po' tutti hanno girato la testa da altre parti. Ci sono in quelle palazzine proprietari di case che fanno ancora fitti in nero, decine di persone ammassate in un solo appartamento. Nessuno ha visto niente: non sappiamo se queste persone siano registrate, se abbiano un contratto di lavoro regolare. I primi che sarebbero dovuti intervenire non hanno fatto niente e, oggi, aprono persino la bocca".

Sono le forze dell'ordine che dovrebbero garantire il rispetto delle norme anti-Covid: "Questo a Mondragone non è avvenuto, 19 persone sono scappate. Ho fatto contattare una rappresentanza dell'ambasciata bulgara, affinché possa garantire che i loro connazionali presenti a Mondragone rispettino le regole".

De Luca, partendo da quanto sta accadendo a Mondragone, ribadisce il completo divieto di assembramenti e manifestazioni: "Così danneggiamo un'intera città e rischiamo di moltiplicare i contagi. Dobbiamo stare tranquilli, se vogliamo spegnere il focolaio. Per questo ho dichiarato la quarantena. Abbiamo, inoltre, il dovere di non far divampare il contagio nei comuni limitrofi: la provincia di Caserta è una di quelle che, in Campania, ha retto meglio al Covid-19, per cui non dobbiamo vanificare gli sforzi".

De Luca e l'Operazione Verità: "Saremo noi a individuare i contagiati"

La lotta al coronavirus, dunque, non è affatto finita. Ecco l'Operazione Verità preannunciata da De Luca nel corso del suo intervento in diretta: "Nelle prossime settimane dobbiamo garantire che la Campania rimanga a contagio zero: saremo noi a individuare, territorio per territorio, i contagiati con tamponi di massa, laddove ci dovessero essere. Dobbiamo risolvere in maniera definitiva i problemi per tutelare i nostri cittadini".

Il Governatore, infine, nel ricordare le misure finora messe in campo dalla Regione Campania, ha ringraziato i cittadini di Ariano Irpino: "Non solo per lo spirito collaborativo con cui si sono sottoposti allo screening, ma anche per la grande partecipazione alla messa di qualche giorno fa allo stadio. Saluto i cittadini per la cordialità e spero che si possa dare il rilancio all'economia di quel territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando finirà la zona rossa in Campania: si rischia una settimana in più

  • Coronavirus, l'indice Rt di Avellino è quasi il doppio di quello di Napoli

  • Guida Michelin, tra vecchie e nuove stelle ecco i migliori ristoranti campani

  • Coronavirus in Irpinia, sono 93 i positivi di oggi: altri 13 ad Avellino

  • Coronavirus in Irpinia, sono 115 i positivi di oggi: altri 19 ad Avellino

  • Colti da sintomi febbrili, chiamano l'Asl di Avellino per il tampone ma non risponde nessuno

Torna su
AvellinoToday è in caricamento