Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Atripalda, coppia di coniugi e figlia assolti dall'accusa di lesioni aggravate

Per il giudice monocratico il fatto non sussiste

Erano stati accusati di aver provocato lesioni aggravate e percosse a una donna in una violenta lite scoppiata nell'ottobre 2016. Ma, per la coppia di coniugi e la figlia implicati nel procedimento penale, è arrivata l'assoluzione, in quanto il fatto non sussiste.

Le motivazioni della sentenza

Il giudice monocratico del Tribunale di Avellino, Lorenzo Corona, ha assolto i tre componenti del nucleo familiare che, secondo l'accusa, avevano provocato ferite sanguinanti al volto a una donna residente in zona Alvanite, ad Atripalda. L'episodio, avvenuto il 12 ottobre 2016, aveva visto l'intervento dei Carabinieri per sedare la  lite che ne era scaturita, al termine della quale furono presentate due diverse denunce, riportanti fatti discordanti tra di loro.

Gli imputati sono stati difesi dagli avvocati Gerardo De Vinco e Raffaele Petrillo, i quali sono riusciti a dimostrare l'innocenza delle tre persone e, in particolare, a far notare al giudice la mancanza, all'interno dell'abitazione, di un forno a microonde con cui, inizialmente, la parte offesa sosteneva di essere stata aggredita. Per il giudice Corona, dunque, il fatto non sussiste.

  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atripalda, coppia di coniugi e figlia assolti dall'accusa di lesioni aggravate

AvellinoToday è in caricamento