menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appalti pubblici irregolari, imprenditori e politici hanno favorito i clan: un irpino ai domiciliari

Questa mattina è avvenuto il blitz della Guardia di Finanza

Vasta operazione del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Napoli che, sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, dalle prime ore della mattinata, ha eseguito 69 ordinanze di custodia cautelare (36 in carcere, 30 ai domiciliari e tre con altre misure restrittive) emesse nei confronti di amministratori locali, funzionari pubblici, imprenditori, professori universitari, politici, commercialisti, ingegneri e “faccendieri”.

Sono accusati, a vario titolo, di corruzione ed altre gravi irregolarità nelle gare di appalto pubblico realizzate in varie province campane, talvolta anche al fine di agevolare organizzazioni criminali di stampo camorristico. L'indagine è nata da un'inchiesta sul clan Zagaria, fazione dei Casalesi.

SISTEMA - Un gruppo di colletti bianchi è accusato di aver inciso "in modo determinante" sull'aggiudicazione di gare d'appalto a favore di imprese predesignate riconducibili a personaggi legati ai Casalesi. Diciotto gli appalti al centro dell'inchiesta, tra cui lavori alla Mostra d'Oltremare di Napoli e in vari Comuni, opere per una scuola, per l'Azienda regionale diritto allo studio, per un impianto di cremazione al cimitero di Pompei e per il nuovo museo archeologico di Alife.

Tra i politici raggiunti dalla misura cautelare il consigliere regionale Pasquale Sommese (Ncd), ex assessore al Turismo della Regione Campania (che ha accusato un malore al momento della notifica).  Agli arresti anche il sindaco di Aversa, Enrico De Cristofaro, i sindaci di Riardo, l'ex sindaco di Pompei D'Alessio (ai domiciliari). L'indagine ruota attorno all'ingegnere Guglielmo La Regina e per tale ragione l'inchiesta prende il nome di "The Queen". L'indagine è condotta da un pool di cinque pm della Dda e coordinata dal procuratore aggiunto Borrelli. 

 Tra le persone che, adesso, saranno sottoposti al regime dei domiciliari, c'è anche Carmine Intoccia, nato a Sant'Angelo dei Lombardi nel 1962. 

Fonte Napoli Today

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri due decessi al "Frangipane"

  • Cronaca

    Bambino positivo al Covid-19, scuola chiusa a Cervinara

  • Cronaca

    Sversamento illecito di acque reflue in un fondo agricolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento