Alimenti privi di tracciabilità, maxi sequestro dei carabinieri

L'operazione dei militari ha portato a un enorme sequestro di alimenti

I militi dell’Arma dei Carabinieri delle stazioni di Volturara Irpina e Lacedonia, funzionari dell’ICQRF Italia Meridionale - Ufficio d’Area di Salerno, congiuntamente e coadiuvati da personale dell’ASL di Avellino, in una visita ispettiva ad un centro di stoccaggio di cereali ed altre granaglie, in comune di Ariano Irpino (AV), hanno proceduto al sequestro di circa 500 q.li di grano duro destinati ad azienda di trasformazione.

Con il grano duro sono stati sequestrati anche 200 q.li circa di altri alimenti per il bestiame sfusi (avena, piselli secchi, semi di cotone e carrube). Il sequestro di che trattasi è stato effettuato in quanto gli alimenti suddetti erano privi di tracciabilità e detenuti in locali privi dei requisiti previsti dall’allegato 2 del reg. CE 852/04. Inoltre, nel corso dell’ispezione si è accertato che gli alimenti rinvenuti in stoccaggio erano in pessime condizioni igieniche procedendo in violazione all’art.5 lett. b) della Legge 283/62.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Campania Rt scende sotto 1: verso la fine della zona rossa

  • Guida Michelin, tra vecchie e nuove stelle ecco i migliori ristoranti campani

  • Fabrizio Corona rompe il silenzio sul matrimonio: la presunta moglie è avellinese

  • Nuovo Dpcm 3 dicembre: lo stop ai parenti e le deroghe per residenza e domicilio nelle regole di Natale 2020

  • Rinasce il Mercatone, inaugura il supermercato: maxi parcheggio e aree verdi

  • Zona arancione, rossa e gialla: le Regioni che cambieranno colore prima di Natale

Torna su
AvellinoToday è in caricamento