rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Cittadini in Movimento, Passaro: "Al fianco di commercianti e cittadini contro un'amministrazione che non funziona"

In vista della manifestazione di domani nel piazzale antistante la Chiesa di San Ciro: "Si organizzano festival per gli amministratori stessi e le luci di Natale, ma non si interviene mai in favore dei cittadini"

"Domani, i Cittadini in Movimento saranno al fianco di commercianti e cittadini. Ancora una volta, si scenderà in piazza contro un'amministrazione che non funziona". Lo ha annunciato Massimo Passaro, in un breve video che preannuncia la partecipazione dei Cittadini in Movimento alla manifestazione in programma domani, alle 9, nel piazzale antistante la Chiesa di San Ciro, in Viale Italia.

"Abbiamo chiesto di intervenire sulla quarta rata della Tari e su alcune società come l'US Avellino"

"I Cittadini in Movimento continuano a mostrarvi tutto ciò che non funziona in questa città" continua Passaro. "In occasione della prima protesta, avevamo chiesto all'amministrazione del capoluogo di intervenire sulla quarta rata della Tari, annullandola oppure, visto che tutti hanno la volontà di pagare i tributi, allungando la rateizzazione della quarta rata e di quelle successive, intervenendo sulla delibera n. 34 del 2017. Il Comune è sceso in piazza, ha aggredito le persone, poi è risceso in piazza al fianco dei cittadini, ma non ha fatto nulla. Ha, ancora una volta, preso in giro la gente, sostenendo che i cittadini avrebbero dovuto rivolgersi all'agente riscossore: ma quest'ultimo può soltanto eseguire ciò che decide il Consiglio Comunale. In questo momento, di fronte ad alcune difficoltà, tra cui il caro energia e il caro vita, a volte non si arriva a fine mese. E invece, nessuno interviene: si organizzano festival per gli amministratori stessi e le luci di Natale, ma non si interviene mai in favore dei cittadini. A noi non servono le promesse vane, a noi serve che qualcuno intervenga fattivamente. Abbiamo voglia di pagare, ma abbiamo difficoltà a pagare l'intera somma in una volta".

"Chediamo, inoltre, di intervenire su alcune società, come l'US Avellino, che devono al Comune 600mila euro. Al cittadino tradizionale si inviano avvisi di accertamento, ingiunzioni e pignoramenti, ma non lo si fa con l'Unione Sportiva Avellino. Non ce l'abbiamo con nessuno, ma sicuramente i cittadini sono tutti uguali" conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadini in Movimento, Passaro: "Al fianco di commercianti e cittadini contro un'amministrazione che non funziona"

AvellinoToday è in caricamento