rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Attualità

Avellino, Paolo D’Attilio si è insediato al Comune

Il commissario prefettizio è arrivato presso l'ente di Piazza del Popolo alle ore 16, accompagnato dal viceprefetto Rosanna Gamerra

Paolo D’Attilio, nominato commissario prefettizio del Comune di Avellino dal Prefetto Paola Spena dopo il termine del periodo di 20 giorni previsto per l’efficacia delle dimissioni presentate dall’ormai ex sindaco di Avellino, Gianluca Festa, e lo scioglimento del Consiglio comunale e della Giunta, è giunto nel capoluogo irpino questo pomeriggio.

Avellino, Paolo D’Attilio si è insediato al Comune

D'Attilio ha lasciato la Toscana dove ricopriva l'incarico di Prefetto di Livorno e si è insediato a Palazzo di Città alle ore 16, dopo un incontro con il Prefetto Spena a Palazzo di Governo, per occuparsi della gestione provvisoria dell'ente di Piazza del Popolo, che fino a ieri era affidata al sindaco facente funzioni Laura Nargi. Nei prossimi due mesi, D'Attilio sarà affiancato dal viceprefetto Rosanna Gamerra nel ruolo di subcommissario.

“Questo incarico durerà circa due mesi. Nel frattempo sono stato dal Prefetto e mi ha accennato la vicenda che ha portato alla sospensione del Comune - ha dichiarato il commissario prefettizio alla stampa - ora sto firmando le carte di insediamento, ho notificato il provvedimento prefettizio e vedremo poi l’attività che faremo successivamente. Insieme al capo di gabinetto della Prefettura traghetteremo questo Comune fino alle prossime elezioni. Secondo le interpretazioni ministeriali, è già avviato alla scadenza naturale, per cui dovrebbe andare alle elezioni l’8 giugno".

Per la città si apre così un nuovo capitolo, seppur breve. Il commissariamento prefettizio, infatti, durerà fino all'appuntamento elettorale del prossimo giugno quando gli avellinesi saranno chiamati alle urne per votare il sindaco che guiderà la città per i prossimi cinque anni. Intanto, resta l'incertezza sui prossimi passi dell'ex fascia tricolore Gianluca Festa, che ha terminato il suo mandato in anticipo a causa della complessa vicenda giudiziaria che lo ha colpito. L'ex numero uno di Palazzo di Città potrebbe ricandidarsi, diventando l'avversario principale del candidato a sindaco della coalizione di centrosinistra Antonio Gengaro; passare il testimone alla vice Laura Nargi oppure decidere di non partecipare alla corsa alle amministrative.

La carriera di Paolo D'Attilio

Di origine romana e laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Pisa, Paolo d'Attilio ha una carriera ricca e lunga. È entrato nell'Amministrazione Civile dell'Interno il 1° settembre 1985, è stato assegnato alla Prefettura di Savona, dove ha ricoperto l'incarico di Vice Capo Gabinetto fino al 10 luglio 1988.

Trasferito alla Prefettura di Livorno dall'11 luglio 1988, ha svolto le funzioni di Vice Capo Gabinetto fino al novembre 2000, Capo di Gabinetto fino al 13 giugno 2004 e Viceprefetto Vicario Coordinatore dal 14 giugno 2004 al 26 settembre 2010. Numerosi gli incarichi esterni svolti, tra i quali quelli di Commissario Prefettizio nei Comuni di Capoliveri e Rio nell'Elba, Presidente delle Sottocommissioni Elettorali di Piombino e di Cecina, Presidente delle Commissioni Elettorali Mandamentali di Livorno e Portoferraio.

Ha partecipato alle attività di soccorso connesse alla crisi sismica del 1997 nella regione Umbria, dirigendo il C.O.M. di Nocera Umbra, e all'emergenza alluvione che nell'Ottobre 2000 ha colpito le regioni del nord Italia, nel corso della quale ha collaborato con la Prefettura di Verbania dirigendo il C.O.M. di Domodossola.

Per l'attività svolta in entrambe le emergenze, ha ricevuto il diploma di benemerenza con medaglia dal Ministro dell'Interno.

Dal 27 settembre 2010 è stato destinato alla Prefettura di Genova per svolgere le funzioni di Viceprefetto Vicario Coordinatore.

Ha svolto anche gli incarichi di Presidente del collegio dei revisori dei conti della Fondazione "Gaslini", Componente della Commissione straordinaria e poi Commissario Prefettizio presso il Comune di Bordighera (IM), sciolto per infiltrazioni mafiose con Decreto del Presidente della Repubblica del 24 marzo 2011, Presidente della Commissione di accesso presso il Comune di Diano Marina (IM), Presidente della sottocommissione per il riconoscimento della protezione internazionale di Genova, Commissario straordinario e poi Presidente della Commissione straordinaria per la gestione del Comune di Lavagna (GE).

Nominato Prefetto nel corso della seduta del Consiglio dei Ministri del 10 agosto 2016, è destinato a svolgere, a decorrere dal 5 settembre 2016, le funzioni di Direttore Centrale per i Servizi Demografici presso il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell'Interno.

Dal 23 luglio 2018 al 16 agosto 2020 ha svolto le funzioni di Prefetto di Massa Carrara. Il 7 agosto 2020 il Consiglio dei Ministri lo ha destinato a svolgere l'incarico di Prefetto di Livorno, dove si è insediato il 17 agosto 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino, Paolo D’Attilio si è insediato al Comune

AvellinoToday è in caricamento