Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

Sanità in Campania, CISL FP: "Recuperare i gap Nord-Sud e grandi centri abitati-aree interne"

Il segretario generale Petriccioli: "Per mantenere la gente in salute, va fatta la prevenzione sul territorio. Solo così è possibile riorganizzare la rete territoriale". Il leader campano Medici: "Necessario correre ai ripari al più presto e costituire una rete tra i sindaci del territorio"

Presso l'Hotel Belsito di Manocalzati, la CISL FP ha organizzato un incontro per focalizzare l'attenzione sui servizi pubblici nelle aree interne.

Petriccioli: "Per mantenere la gente in salute, va fatta la prevenzione sul territorio"

Presente, all'incontro, anche il Segretario Nazionale della federazione Maurizio Petriccioli: "La CISL FP ha una visione di riorganizzazione della sanità. L'ha discussa con l'ex Ministro della Salute Speranza, quando è stato impostato il PNRR con il Governo Draghi. Mi sembra chiaro che, oggi, con il nuovo Governo, bisogna confermare quel modello e darne le gambe. Un servizio così importante, rivolto ai cittadini, deve essere comprensibile. Per mantenere la gente in salute, va fatta la prevenzione sul territorio, vicino alla casa o al domicilio delle persone. E questo significa riorganizzare la rete territoriale: l'incontro tra la sanità e l'assistenza che smonta la visione ospedalocentrica, non perché gli ospedali non vadano migliorati e riqualificati, bensì perché è importante saper promuovere la cultura che mette al centro il paziente, piuttosto che quella aziendale. Quest'obiettivo è perseguibile attraverso la sinergia tra i direttori generali delle ASL e i sindaci dei territori che sono il luogo di prossimità alla comunità. Questo vale in una provincia, in una regione e in tutto il territorio nazionale".

"Vanno recuperate due discussioni  – continua Petriccioli – da un lato, la differenza tra Nord e Sud; dall'altro, chi vive nei grandi centri e chi abita nelle aree interne. Vivere nelle aree interne vuol dire vivere in lontananza di servizi essenziali: dalla scuola alla sanità, agli uffici pubblici. Noi abbiamo la necessità di accorciare queste distanze. Sicuramente, tutte quelle misure dedicate alla telemedicina possono esserci di aiuto; ma, al tempo stesso, dobbiamo architettare e programmare la presenza di servizi sul territorio per evitare che le aree interne perdano sempre più popolazione, creando tra l'altro anche quelle spese che arrivano dai guasti territoriali che, poi, si riversano sulle popolazioni. Credo che Ischia abbia insegnato molto, dobbiamo provare a evitare simili problematiche".

Medici: "Necessario correre ai ripari al più presto e costituire una rete tra i sindaci del territorio"

“La qualità dei servizi pubblici, a partire dalla sanità, nelle aree interne della Campania, resta tra le più basse di tutto il paese, soprattutto a causa dell’assetto morfologico dell’area che crea per definizione problemi di mobilità" afferma Lorenzo Medici, leader della FP Cisl Campania e commissario della struttura sindacale Irpinia Sannio. "Questi incidono direttamente sulle malattie tempo dipendenti, che avrebbero bisogno di interventi immediati e risolutivi. Così non va. E’ necessario correre ai ripari al più presto, anche perché la popolazione è sempre più anziana e il rischio per la salute individuale sempre più alto”.

"L’obiettivo che perseguiamo come sindacato – conclude Medici – punta a creare una rete tra i sindaci del territorio, che sono gli unici avamposti istituzionali esistenti qui, e le strutture sanitarie ed ospedaliere, per costruire un coordinamento costante e quotidiano in grado di agire a favore dei pazienti e di quanti hanno bisogno di ricorrere agli ospedali e ai distretti per le cure. Abbiamo la fortuna di contare su risorse umane importanti, grandi professionalità mediche ed infermieristiche e rappresentanti istituzionali di peso. Una intesa tra loro per rafforzare la tempestività delle risposte sanitarie attraverso un potenziamento dei servizi di trasporto è la precondizione per realizzare una nuova politica di sviluppo capace di riportare i giovani nelle proprie terre e rilanciare aree che possono dare tanto alla crescita equilibrata della Campania”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità in Campania, CISL FP: "Recuperare i gap Nord-Sud e grandi centri abitati-aree interne"
AvellinoToday è in caricamento