rotate-mobile
Animali

Stress da rientro: come prendersi cura degli animali domestici al ritorno dalle ferie

Alla fine delle vacanze estive anche gli animali domestici sono di cattivo umore e possono risentire dello stress da rientro

Le vacanze sono sinonimo di divertimento e relax ed è inevitabile provare entusiasmo e allegria ogni volta che organizziamo un viaggio, ancora di più se mancano pochi giorni prima di partire. Una volta rientrati a casa dopo un periodo di ferie quei sentimenti sembrano lontani e sbiaditi, tanto da vivere una sensazione di malessere psicologico, ovvero la sindrome da rientro.

Ansia e nervosismo la fanno da padroni, associati anche alla difficoltà di abituarci nuovamente ai ritmi di lavoro. Questo malessere è molto più diffuso di quello che si pensa tanto da colpire anche gli animali domestici che provano lo stesso nostro stato di tristezza.

Le difficoltà nel rimanere soli

Negli ultimi anni grazie a spiagge pet friendly e a strutture alberghiere che accolgono i quattro zampe sempre più spesso possiamo vivere la gioia di trascorrere le vacanze in compagnia dei nostri animali domestici.

Dove andare in vacanza con il cane in Italia e in Europa 

A differenza di quanto avviene nel corso dell’anno i cani e i gatti si trovano 24 ore su 24 insieme a noi svolgendo una serie di attività divertenti e soprattutto gratificanti per entrambi. Una volta tornati a casa e con il rientro a lavoro, i pet si trovano improvvisamente soli e sono costretti a trascorrere buona parte della giornata senza interagire con nessuno. Questo genera in loro, in particolare modo nei cuccioli che ancora non hanno bene chiaro il concetto di rimanere soli, un senso di abbandono che influisce sul loro umore e benessere.

Il distacco crea ansia e stress negli animali

Passare improvvisamente dall’essere circondato da tutta la famiglia al rimanere soli, nei quattro zampe causa uno stato di ansia e stress, che in molti casi porta anche a un sentimento di tristezza, che spinge Fido o Micio ad assumere un comportamento inibitorio.

Ritorno in ufficio, come superare il distacco dai nostri amici a quattro zampe 

Mentre prima delle vacanze scorrazzavano per casa, una volta rientrati non è raro osservare i cani e il gatti passare diverso tempo fermi e isolati come se fossero in attesa di qualcosa. Allo stesso tempo possono manifestarsi atteggiamenti opposti in cui i pelosi piangono, ululano e sono costantemente agitati.

Come superare lo stress da rientro

Come per noi, anche per i pet il modo migliore per affrontare il rientro è farlo in modo graduale. Alcuni giorni prima di tornare dalle ferie dobbiamo lasciare i cani o i gatti soli in casa per alcune ore.

Se abbiamo la necessità di rientrare subito a lavoro e non abbiamo tempo per riabituare il quattro zampe poco alla volta, allora possiamo chiedere aiuto ad amici e parenti o a professionisti come pet sitter, che faranno compagnia ai pelosi e nel caso dei cani li porteranno a passeggio, facendogli riacquistare le abitudini di sempre.

Inoltre, il divertimento e le attività in compagnia degli animali domestici non devono essere relegate esclusivamente alle vacanze. Possiamo continuare a dedicare il nostro tempo libero nel corso dell’anno a passeggiate, giochi all’aperto come la ricerca olfattiva e dandogli maggiori attenzioni.

Un altro espediente per far superare al pet il rientro dalle vacanze senza stress è quello di ricorrere ai feromoni. Questi sono delle sostanze rilasciate dai cani nel momento dell’allattamento e hanno un effetto calmante sugli animali.

Con l’aiuto di questi prodotti, attenzioni in più e coccole extra, i pet saranno pronti a riprendere le loro vecchie abitudini e a superare brillantemente l’ansia da rientro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stress da rientro: come prendersi cura degli animali domestici al ritorno dalle ferie

AvellinoToday è in caricamento