rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Animali

Vita da cani(le): le attività per far socializzare i cani e prepararli all’adozione (Episodio 5)

I cani all’interno dei canili hanno bisogno di svolgere diverse attività per facilitare la loro socializzazione

Molti cani purtroppo finiscono in canile e la vita dentro i box per loro può essere un cambiamento repentino a cui difficilmente riescono ad abituarsi. Oltre alle conseguenze dell’abbandono sul loro stato d’animo, i quattro zampe si trovano ad affrontare un ambiente del tutto nuovo, con ritmi e persone diverse.

Vita da cani(le): le conseguenze dell’abbandono per i cani (Episodio 4) 

Proprio per questo all’interno delle associazioni è importante portare avanti una routine fatta di giochi e socializzazione, per rendere la loro permanenza nei canili più piacevole e prepararli al momento in cui incontreranno la persona pronta ad adottarli.

Gli errori da evitare assolutamente quando si vuole adottare un cane 

I cani all’interno dei canili possono svolgere una serie di attività che scandiscono la loro quotidianità. La nostra esperta Eleonora Bizzozero, docente della scuola ThinkDog ed educatrice cinofila ci farà capire meglio come si svolgono le giornate dei cani per far sì che il peloso conduca una vita felice.

La giornata di un cane deve essere ricca di attività

Ogni canile è una realtà differente con difficoltà a cui deve fare fronte quotidianamente. Alcuni, nonostante l’impegno dei dirigenti e per una serie di ragioni, non funzionano come si desidera. In questi contesti i cani sono penalizzati, perché vivono in totale solitudine, senza momenti di socializzazione. Il lavoro dei volontari si basa essenzialmente sulla pulizia del box e sulla somministrazione del cibo al quattro zampe.

Nelle strutture in cui non ci sono grandi problemi, invece, il cane è seguito nel corso della giornata dagli operatori. Oltre alla pulizia dei box mattutina, si prendono cura dei quattro zampe che necessitano di terapie mediche a cui fanno seguito le uscite nelle aree esterne. Il pomeriggio, invece, è dedicato alla pappa, alle passeggiate e alle attività ludiche con i volontari. La giornata dei cani, poi, si conclude con la distribuzione del cibo e con il meritato riposo per riprendersi dalle attività della giornata.

Le attività per far socializzare i cani

L’aspetto ludico per il cane è fondamentale in ogni situazione, in particolare nel canile, perché ha bisogno di muoversi, correre e giocare con le persone. Non meno importanti all’interno delle strutture sono i giochi di ricerca olfattiva o la socializzazione con gli altri cani.

Ricerca olfattiva, tutti i giochi per far divertire Fido 

Se il gioco ha un ruolo centrale nella vita di Fido, anche trascorrere del tempo in un ambiente al chiuso e sconosciuto è importante perchè gli permetterà di abituarsi a vivere e rilassarsi in una casa dopo l'adozione. All’interno di un canile i volontari si assumono il compito di abituare il cane alla manipolazione durante una visita veterinaria e a sentirsi a suo agio in macchina. Quest’ultimo è un passaggio molto importante da insegnargli, ma deve essere affrontato con molta attenzione. Solo un cane in grado di viaggiare in auto, infatti, potrà andare via con la sua nuova famiglia e raggiungere la nuova casa in totale tranquillità.

Le attività che possono portare benefici al cane

I cani sono animali giocherelloni, che hanno bisogno di svolgere diverse attività che possano appagarli, i nuovi stimoli, poi, permettono di “distrarre” il pet dalla solitudine. Nelle stesso tempo questi momenti sono necessari perché consentono a Fido di sviluppare istintivamente un senso di adattabilità alla vita che poi dovrà svolgere all’interno della famiglia che vorrà prendersi cura di lui.

Giocare, passeggiare o essere in grado di rimanere da solo, sono tutte situazioni a cui ogni cane reagisce in modo diverso e in base al carattere che emerge al meglio in queste situazioni. Un cane socievole con buone doti relazionali è un cane che nel momento in cui viene adottato ha buone probabilità di vivere serenamente all’interno della famiglia che lo accoglie. I volontari vivono a stretto contatto con i pelosi e, osservando le loro reazioni e comportamenti, sono in grado di farsi un’idea del pet e quindi capire il contesto familiare più adatto alle sue necessità.

Nel canile si dà la precedenza alla socialità del cane

Accogliere un cane in casa è un impegno che non deve essere sottovalutato, prima di farlo, infatti, bisogna avere le giuste informazioni come ad esempio le caratteristiche caratteriali. Solo conoscendo i tratti peculiari del quattro zampe si può capire se lo stile di vita dell’adottante si sposa con le esigenze del pet.

Svolgere quotidianamente le attività all’interno del canile, poi, permette al cane di adattarsi molto piu facilmente al nuovo contesto, perché mantiene le sue capacità relazionali, è più sicuro di sé, ha meno paure, ma soprattutto è un cane sereno.

I momenti ludici e non solo, hanno un ruolo centrale e per sapere quelli più adatti ai quattro zampe presenti nelle strutture l’educatrice cinofila e docente della scuola ThinkDog, nel video ci spiega come si svolge la giornata del peloso all’interno delle associazioni.

I cani nei canili hanno bisogno di svolgere giochi, fare delle passeggiate e socializzare per vivere in modo sereno la permanenza nelle strutture. Per comprendere meglio questo mondo, continuate a seguire la nostra rubrica e i consigli dell’esperta.

Nelle puntate precedenti di Vita da cani(le)

Vita da cani(le): tutti i pregiudizi da sfatare (Episodio 1) 

Vita da cani(le): come scegliere il cane da adottare (Episodio 2) 

Vita da cani(le): gli aspetti da non sottovalutare quando si adotta un cane (Episodio 3)

Vita da cani(le): le conseguenze dell’abbandono per i cani (Episodio 4) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vita da cani(le): le attività per far socializzare i cani e prepararli all’adozione (Episodio 5)

AvellinoToday è in caricamento