Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

Festa a Vico per la Maialumeria di Simone Schettino

I sapori genuini dell’Irpinia protagonisti a “La Repubblica del Cibo”

La Maialumeria, la gastronomia con cucina di Mugnano del Cardinale (Av), debutta alla diciassettesima edizione di Festa a Vico, la grande kermesse ideata da Gennaro Esposito due stelle Michelin della Torre del Saracino di Seiano che ogni anno porta in Penisola sorrentina centinaia di chef stellati e giovani talenti della cucina da tutta Italia, tutti uniti in una grande raccolta fondi a scopo benefico. Domenica 2 giugno, la cucina irpina di Maialumeria sarà protagonista a “La Repubblica del Cibo”, l’evento organizzato nel centro storico di Vico Equense che per una sera si trasforma in un ristorante a cielo aperto tra strade, botteghe e palazzi storici. Simone Schettino, proprietario della Maialumeria, partecipa alla serata con la brigata di cucina del suo ristorante presentando al pubblico di Festa a Vico un piatto che unisce qualità, tradizione e innovazione: allo chef resident Antonio Masucci il compito di stupire il palato dei presenti con la sua Polpetta di Sorrento, un goloso boccone a base di pregiata carne di maiale irpino accompagnata da crema di Limoni di Sorrento e fonduta di mozzarella di bufala campana dop. Un vero e proprio comfort food all’italiana, che sarà cucinato live sotto gli occhi attenti dei passanti. Un piatto semplice e gustoso che vede protagonista la carne, punta di diamante della Maialumeria,  esaltata da sapori mediterranei e interessanti giochi di consistenze.

La Maialumeria porta alla Festa a Vico tutta la propria esperienza nel campo delle carni e dei salumi di qualità: una tradizione che si tramanda dal 1905.  La storia della Maialumeria è infatti la storia della famiglia Schettino. Tutto ha inizio più di un secolo fa tra gli altopiani dell’Irpinia, a Mugnano del Cardinale, tra le province di Napoli e Avellino ai piedi del Massiccio del Partenio: un territorio considerato fin dai tempi del Medioevo la culla per la produzione e lavorazione di carni pregiate. E’ in questo fazzoletto di terra fertile che l’azienda Schettino, guidata da Raffaele, comincia la sua ascesa negli anni ‘50: col passare del tempo il salumificio conquista una clientela sempre più vasta, fino all’ampliamento e al trasferimento dell’azienda in via Regia delle Puglie. Negli anni ’80 arriva la svolta: l’attività, capitanata dai figli di Raffaele, continua ad espandersi conquistando prima i mercati nazionali e poi quelli internazionali e diventa in breve tempo leader nella produzione e nel commercio di salumi di alta gamma lavorati secondo gli insegnamenti e le tecniche artigianali del passato. Consapevole del successo dell’attività di famiglia Simone Schettino, terza generazione della famiglia, decide di cimentarsi in una nuova avventura e nel settembre 2017 inaugura Maialumeria, uno spazio di cucina e gastronomia dedicato all’universo dei salumi di alta qualità.

Potrebbe interessarti

  • Piano Antismog, ecco quando tornerà in vigore ad Avellino e negli altri Comuni

  • Saldi estivi: le date in Campania

  • Liceo Mancini, il grido dei genitori, dei docenti e degli studenti: "Il prossimo anno vogliamo una sede"

  • Avellino Pride, nonna Eleonora: "Sono orgogliosa di mio nipote che ama un uomo"

I più letti della settimana

  • Ragazza di appena 28 anni si toglie la vita

  • Maxi operazione dei Nas: chiusi tre ristoranti, una casa di riposo, un asilo e un canile

  • Schianto tremendo, centauro 47enne perde la vita

  • Tragedia in un fondo agricolo, uomo muore schiacciato dal suo trattore

  • Il pane di Sant'Antonio e il miracolo di Tommasino

  • Un immenso fiume di droga tra Napoli e Avellino, sgominata piazza di spaccio

Torna su
AvellinoToday è in caricamento