Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il verde possibile e protetto", Avellino tra urbanistica e botanica

L'Assessore Buondonno e il Presidente Odaf Picariello illustrano gli argomenti del convegno

 

Si è svolto questa mattina, presso l'Hotel de la Ville, il convegno dal titolo "Il verde possibile e protetto", organizzato dall'Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Avellino (Odaf), in collaborazione con l'Ordine Provinciale degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

All'incontro con professionisti e imprenditori del settore, ha presenziato anche Emma Buondonno. L'Assessore all'Urbanistica, alla Mobilità, al Puc e alla Pianificazione del Comune di Avellino ha presentato una relazione, dal titolo "I nuovi paradigmi dell'architettura e dell'urbanistica per la mitigazione dei cambiamenti climatici":

"E' necessaria, dapprima, una valutazione di quello che è l'attuale patrimonio botanico e vegetale: non solo ci troviamo di fronte a delle caratteristiche intrinseche alla natura dei luoghi, ma anche di fronte all'uso che si è fatto nel tempo di queste aree. Prima di fare proposte di valorizzazione e miglioramento di queste aree verdi, bisogna raccogliere i dati e le descrizioni di queste aree e, successivamente, intervenire con i dovuti restauri. Il benessere e la salubrità delle piante possono fornire un ecoservizio e un abbattimento dell'apporto inquinante delle città. Dobbiamo dare spazio ai parchi, ai giardini e ai viali alberati". 

Ciro Picariello, presidente provinciale dell'Odaf, si è soffermato sull'importanza del verde nel contrastare il fenomeno delle polveri sottili presenti in città:

"Per noi il verde è importante: le piante non solo producono ossigeno e assorbono anidride carbonica, ma hanno anche la funzione di filtrare tutte le polveri sottili e rendere l'ambiente molto più salubre. A tal proposito, i cittadini devono essere molto più critici su questa tematica, nei confronti delle amministrazioni e dei tecnici. Il verde è il nostro futuro". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento