Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Turris-Avellino, Braglia: "Rispetto e occhi aperti. La Turris è pericolosa"

Le dichiarazioni del tecnico biancoverde alla vigilia del match di domenica pomeriggio (ore 17:30), in programma allo stadio "Amerigo Liguori" di Torre del Greco

 

Si avvicina il derby campano Turris-Avellino, match valevole per la ventesima giornata del campionato di Serie C, girone C, la prima del girone di ritorno. La gara, in programma domenica 24 gennaio 2021 alle ore 17:30, si disputerà allo stadio "Amerigo Liguori" di Torre del Greco.

Ecco le dichiarazioni pre-gara del tecnico biancoverde, Piero Braglia: 

“E’ da parecchio tempo che l’Avellino non aveva tutti i giocatori disponibili. I ragazzi stanno bene, lavorano, dobbiamo solo fare una buona partita. Con la Cavese abbiamo fatto male. A volte, nella testa dei ragazzi, può scattare una scintilla. Il gioco del calcio è fatto di motivazioni. Errico non era in condizioni di affrontare una partita dall’inizio. Carriero sta recuperando la condizione, viene da sei mesi di allenamenti e basta. Stiamo cercando di recuperare tutti ma non possiamo far fare brutte figure ai ragazzi se non sono pronti. Baraye si deve mettere a posto fisicamente. Sicuramente oggi abbiamo più disponibilità, qualcosa di diverso faremo. Per quanto riguarda Errico, stiamo aspettando un salto a livello fisico. La sua collocazione può essere dietro le punte o da esterno d’attacco. Se sta bene, come quando è arrivato il primo giorno, può far tutto. Credo che abbia paura di infortunarsi di nuovo. Sta lavorando ma non mi ha fatto vedere ancora la scintilla. Maniero può fare di più, è un giocatore forte. Se uno vuole fare il giocatore deve avere il fuoco e dimostrare di non accontentarsi. Da lui mi aspetto il massimo che, per colpa degli infortuni, non ci sta dando. Abbiamo puntato molto su di lui ed è ora che punti sulle motivazioni, deve dimostrare che è ancora un giocatore forte.

La sfida con la Turris

“Abbiamo rispetto della Turris. È una squadra che gioca bene, ama farsi attaccare per ripartire, sa palleggiare, è messa bene in campo. Sta facendo un campionato importante. Occorre prepararsi bene per affrontarla. I ragazzi devono capire l’importanza di questa gara. Al di là di che se ne pensi il nostro mercato è chiuso. Non possiamo sempre pensare al mercato ogni volta che abbiamo un problema. Avevamo deciso di cambiare modulo ma non lo facciamo. La squadra sta recuperando certezze. Sta facendo una buona gara. Mi auguro che gli altri ci diano una mano. Dobbiamo perseguire l’obiettivo. Poi il calcio cambia da un momento all’altro. Ci vuole equilibrio per quello che siamo stati costruiti. Cercheremo di migliorarci giorno per giorno. L’Avellino può ambire al secondo posto se vince quattro partite di seguito perché gli altri non credo che siano così fermi. La squadra è tosta e può far bene”.

La condizione di Silvestri

“Non ha saltato un allenamento. Per me è un giocatore che potrebbe fare una categoria diversa però è troppo esuberante e poco disciplinato. Se si limitasse a fare il compitino potrebbe fare la Serie B tranquillamente. Il suo problema è che vuole fare troppo. Su Ciancio e Dossena non so niente. Lo sa il direttore. Se uno non è felice è giusto che se ne vada. Il mercato lo fa il direttore non io. Abbiamo messo in uscita Leoni per dargli la possibilità di giocare. Errico fa parte dei titolari, stiamo solo aspettando che ritorni al meglio del suo stato fisico, può darci molto e speriamo che possa farlo quanto prima”.

Sulla gara a Torre del Greco e la forza della squadra corallina

“Abbiamo molto rispetto della Turris che gioca bene, sa come far male alla squadra avversaria. Abbiamo molto timore e rispetto ma giocheremo la partita al 100%, ci darebbe un grande morale se la portassimo a casa. Stiamo bene e lo dobbiamo dimostrare. Speriamo di fare un risultato importante. Non dobbiamo essere presuntuosi, dobbiamo capire come comportarci a livello tattico contro di loro che sicuro ci aspetteranno a metà campo per poi ripartire. Ci dobbiamo preparare bene. Fuori casa, a parte Bari e Francavilla, l’atteggiamento dell’Avellino è stato buono. La Turris sta facendo il campionato che si aspettavano e bisogna farle solo i complimenti”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento