Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maxi truffa all'Asl di Avellino, D'Onofrio: "Questa è solo la conclusione di un primo step"

"Abbiamo ricostruito l’ammanco complessivo di 600mila euro all’azienda sanitaria, intercettando il meccanismo adottato dal dipendente infedele per favorire il vero percettore"

 

Il  reggente della Procura di Avellino Vincenzo D’Onofrio, nel corso del saluto al comandante della polizia stradale Renato Alfano, ha parlato anche della vasta operazione portata a termine nella giornata di ieri con l’arresto di un dipendente dell’Asl di Avellino.

"Questa è solo la conclusione di un primo step" 

Queste sono le sue dichiarazioni: 

"Questa è solo la conclusione di un primo step. Abbiamo ricostruito l’ammanco complessivo di 600mila euro all’azienda sanitaria, intercettando il meccanismo adottato dal dipendente infedele per favorire il vero percettore. La segnalazione è partita dall’interno e se funziona bene l’organizzazione interna di un ente si eviterebbero tanti illeciti". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento