Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Regionali, Sarno (M5S): "Enoturismo ed ecommerce per creare ricchezza sul territorio"

La nostra intervista esclusiva a Maura Sarno, candidata alle regionali con la lista del Movimento 5 Stelle: "Importante fare sinergia tra ricchezze storico-culturali ed enogastronomiche ed incentivare l'imprenditoria locale"

 

Dalla questione del biodigestore al rilancio dell'imprenditoria locale, passando per la rivalutazione dei borghi irpini attraverso nuove forme di sviluppo economico, quali l'enoturismo e l'ecommerce. AvellinoToday ha intervistato, in esclusiva, Maura Sarno, candidata alle regionali con il Movimento 5 Stelle, per parlare di alcuni punti fondamentali inclusi nel programma elettorale della lista pentastellata.

Sarno: "Abbiamo storia e cultura da vendere e da combinare con l'enogastronomia"

Uno degli argomenti più discussi in questa campagna elettorale è, indubbiamente, quello riguardante il biodigestore. "E' necessario chiudere il ciclo dei rifiuti in Campania - afferma Sarno - ma, allo stato attuale, non è stata individuata una zona ideale per collocare il biodigestore. Nel caso specifico, parliamo di una zona agricola, dove ci sono molti vigneti di Greco di Tufo, un vino che sta crescendo anche al di fuori dei confini nazionali. Per cui trovo assolutamente fuori luogo posizionare un biodigestore proprio in una zona agricola, piuttosto che in un'area industriale".

Altro tema caldo, riguardante la nostra provincia, è quello relativo alle aree interne. "Abbiamo storia e cultura da vendere - continua la Sarno - bisogna fare sinergia tra le ricchezze storiche e culturali e le eccellenze enogastronomiche, attraverso, ad esempio l'enoturismo, che potrebbe essere un volano per incentivare a visitare i nostri borghi. Ma c'è di più: oggi, con il lockdown, abbiamo capito quanto è importante essere sui portali. Anche l'offerta turistica può essere mirata sull'ecommerce, una finestra sul mondo che può affacciarsi verso i nostri borghi e che può contribuire a creare ricchezza sul territorio".

"Bisogna dare anche l'opportunità ai giovani di creare il lavoro"

Uno sviluppo che, nelle aree interne, è inficiato anche dalla difficoltà di imprenditori e commercianti locali nell'emergere nel contesto attuale: "L'imprenditoria non è mai decollata: a parte il sacrificio di pochi privati, non è riuscito a incidere nella nostra provincia. Probabilmente, rivolgere dei bandi a giovani per creare start up o incubatori di imprese potrebbe essere una soluzione. Non bisogna solo puntare sul pubblico, bisogna anche dare l'opportunità ai giovani di creare il lavoro. Tutto, però, deve partire dalla Regione: una volta che l'Unione Europea ha messo a disposizione i fondi, essa deve essere in grado di intercettare quelli che sono i bandi che rispondono alle esigenze del territorio. In questo caso, si può ridurre il gap che c'è stato fino ad adesso". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento