Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Regionali, De Mita contro Gargani: "Non ha più l'equilibrio dell'intelligenza"

In occasione della presentazione della lista "Fare Democratico-Popolari", l'ex Presidente del Consiglio si è scagliato contro l'on. Giuseppe Gargani

 

Si è tenuta oggi pomeriggio la conferenza stampa di apertura della campagna elettorale della lista “Fare Democratico – Popolari”. All’iniziativa presenti, oltre agli on. Ciriaco e Giuseppe De Mita, tutti i candidati irpini di una lista pronta a ribadire il proprio sostegno al Governatore uscente Vincenzo De Luca.

L'ex presidente del Consiglio, in particolare, ha rivolto parole non proprio al miele nei confronti dell'on. Giuseppe Gargani, il quale ha rivendicato di essere l'interprete del pensiero popolare: "È un mio amico, ma ha perso l'equilibrio dell'intelligenza. I pensieri non si inventano, si discutono".

Nazzaro: "La scuola come comunità di cura"

Di seguito, le dichiarazioni di una delle candidate della lista, Anna Nazzaro.

"Con molto orgoglio ho accettato questa candidatura. Partiamo da qui, insieme, dai volti che conosco e mi stanno vicini ogni giorno, dalla città che amministro come Vice Sindaco, condividendo alcune delle questioni che più mi stanno a cuore". 

"La scuola prima di tutto, che per me è - e deve essere - una comunità di cura, gli studenti hanno bisogno di crescere in ambienti tranquilli dove sentirsi protetti. Per questo è necessario partire dall’edilizia scolastica, dalla messa in sicurezza di tutte le strutture che ospitano i nostri figli per gran parte delle loro giornate. Una buona scuola è anche e soprattutto una scuola sicura, il problema è antico e il tema torna puntuale quando gli edifici scolastici chiudono e gli alunni sono costretti ai doppi turni o a spostarsi da una parte all’altra per fare lezione".

"L’emergenza Covid ci ha insegnato che servono nuovi spazi per tutelare i ragazzi e le ragazze in classe, che abbiamo bisogno di un programma di digitalizzazione serio e intelligente: il digitale deve entrare nel mondo della scuola non semplicemente per sopperire alle mancanze ma per integrare la didattica, migliorare e supportare il percorso formativo, semplificare l’apparato amministrativo. Per realizzare questo ambizioso progetto servono strumenti digitali, personale scolastico e docenti formati per guidare gli studenti nell’uso delle nuove tecnologie e accompagnarli attraverso i processi innovativi e digitali. Un discorso questo che vale anche per l'Amministrazione, per la sua semplificazione e sburocratizzazione".

"Il virtuale deve integrarsi con il reale, non possiamo dimenticare gli spazi di aggregazione, i luoghi di condivisione sociale e culturale fondamentali per la crescita e la valorizzazione dei talenti e delle intelligenze dei nostri giovani, qualcosa che al di là della scuola consenta di incontrarsi per studiare, realizzare progetti, mettere in comune idee e passioni, partecipare in maniera attiva alla vita del territorio".

"Ed è questo che io intendo garantire, partendo proprio dall’esperienza amministrativa come Vice Sindaco del Comune di Atripalda che mi ha dato la possibilità di confrontarmi in prima persona su questi temi. Perciò il mio impegno sarà rivolto prima di tutto alla risoluzione di queste criticità, guardando ai bisogni e ai desideri dei più giovani e delle loro famiglie". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento