Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'Irpinia ha sete di emergere": Biancardi presenta la Fondazione Sistema Irpinia

La firma dell'atto costitutivo a Palazzo Caracciolo

 

Questa mattina, presso la Sala consiliare della Provincia di Avellino, è avvenuta la sottoscrizione dell’atto costitutivo della Fondazione Sistema Irpinia. Insieme al presidente Domenico Biancardi, hanno preso parte alla cerimonia di Palazzo Caracciolo anche il Consiglio di amministrazione e i consiglieri provinciali.

“Quello di stamattina è solo un primo aspetto. Si parte con la Fondazione, ma abbiamo già presentato atti che puntano a mettere insieme tante altre realtà”, ha detto il presidente Biancardi. “Dobbiamo porre le basi per qualcosa da mettere insieme per la promozione del nostro territorio – ha continuato – Non è la politica che deve fare questo, la politica deve dare degli indirizzi. L’Irpinia ha sete di uscire da questa area interna che non riesce ad emergere”. 

La Fondazione, quindi, si pone come strumento utile a tale valorizzazione: “Noi dobbiamo creare le condizioni affinché questo accada e questa fondazione è uno strumento utile in tal senso. Ma non solo: c’è anche la piattaforma tecnologica, gli info point sui distretti culturali da realizzare. Dobbiamo, inoltre, arrivare ad aprire tutti i musei anche di domenica, aprire la biblioteca di Avellino, il Museo archeologico”. 

Una rivoluzione che, si spera, possa essere accolta favorevolmente dalla Regione Campania: “C’è una vera e propria rivoluzione in atto, anche sul piano digitale e manageriale. Speriamo che questo messaggio possa arrivare anche in Regione, per far diventare questo un progetto pilota La nostra speranza è questa”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento