Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dino Preziosi: "Da oggi in poi molta più attenzione sulle decisioni della giunta"

Il consigliere di opposizione evidenzia molte criticità

 

Nel corso della conferenza stampa, tenutasi presso la Sala Stampa di Palazzo di Città, il consigliere di opposizione Dino Preziosi ha incontrato i giornalisti per discutere su alcune stringenti questioni, già argomentate nel corso delle precedenti sedute del Consiglio Comunale.

Dal pre-dissesto allo spostamento del terminal dei bus

Preziosi ritorna sulla questione del pre-dissesto, chiamando in causa la sentenza della Corte Costituzionale n.4 del 2020 che rischia di mettere a repentaglio le casse del Comune, secondo cui: "L'anticipazione per liquidazione deve servire solo per coprire debiti di dubbia esigibilità. Bisogna rideterminare tutti i bilanci precedenti in quello del 2018, anche se in questo modo ci troveremo sicuramente con un disavanzo elevato, avendo sicuramente difficoltà ad apportare correzioni nel bilancio di previsione".

Altro passaggio importante è l'illegittimità della nomina del nuovo amministratore dell'Acs. Anche in questo caso, il capogruppo de "La Svolta Inizia da Te" si rifà all'apparato legislativo, in particolare all'art. 21 dello statuto di Avellino Città Servizi: "La delibera del 6 dicembre 2019 è caratterizzata da nullità assoluta e abbiamo già pronto il ricorso da presentare al Tribunale delle Imprese di Napoli, sottoscritto da tutti i consiglieri di opposizione".

Preziosi, ancora, segnala una serie di infrazioni all'art. 42 del Tuel (Testo unico degli enti locali), riguardante l'organizzazione di servizi pubblici: "Il Comune, oltretutto, manca anche di un regolamento per la concessione dei beni immobili". Tutto ciò va ad aggiungersi alla situazione critica degli autobus e degli sforamenti che, anche con lo spostamento del terminal, non sembra essere risolta: "I pullman, oggi, vanno a 'infestare' tutte le strade della città. Tutto questo è stato deciso senza considerare che, nel breve termine, tutte le attività a Piazza Kennedy chiuderanno".

Un'ultima considerazione, infine, sulla richiesta di adesione del Comune di Avellino all'Asi ("È grave che il sindaco non abbia proposto la relativa delibera di adesione in Consiglio Comunale") e sulla concessione dei beni patrimoniali. "Sarò molto attento, farò anche attività di proposta in Consiglio" conclude Preziosi. "La Commissione Trasparenza non riesce più a riunirsi perché i tre componenti della maggioranza risultano essere sempre assenti".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento