Mercoledì, 20 Ottobre 2021

''Tributo a Dante'', gran successo di pubblico al Carcere Borbonico

Nell’anno del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, l’associazione "Nel segno dell’arte di Avellino"  vuole celebrarlo con un progetto di arte postale a lui dedicato

Dalla giornata di oggi, presso il Museo Irpino di Avellino, sarà possibile visitare la mostra internazionale di Mail art '' Tributo a Dante'' a cura di Generoso Vella. Nell’anno del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, l’associazione "Nel segno dell’arte di Avellino"  vuole celebrarlo con un progetto di arte postale a lui dedicato. Gli  artisti contemporanei, col proprio stile e tecnica, omaggeranno il padre della letteratura italiana, dedicandogli un’opera che vivrà per sempre come ricordo e tributo al sommo poeta.  L’evento è patrocinato dalla Provincia di Avellino, dal Comune di Avellino, dal Fai Delegazione di Avellino e dall’ Osservatorio Culture e Politiche Giovanili dell’Università di Salerno.​

"Il 2021 è l'anno di Dante - afferma Generoso Vella, curatore della mostra - anche noi abbiamo voluto celebrarlo, con le opere di 190 artisti provenienti da 28 Paesi del mondo. Durante le iniziative di quest'anno, abbiamo capito quanto Dante sia amato nella nostra terra e quanto sia simbolo di unità per la nostra nazione. Credo molto in una rinascita delle arti, soprattutto dopo la pandemia. Gli artisti sono riusciti a far trasmettere l'idea di arte come strumento di coesione".

"È per me un onore essere qui oggi a rappresentare il FAI ed è per me un’emozione assistere alla ripartenza della cultura in un luogo iconico per la città e che più di una volta ci ha accolti e fatti sentire a casa, come il Museo Irpino - afferma Ilaria Limongiello, Delegata FAI alla Raccolta Fondi - come Delegazione FAI patrocinare questa mostra ha rappresentato un po’ la prosecuzione di un percorso iniziato quando la cultura purtroppo era ferma: il nostro motto era “la cultura non si ferma” e abbiamo avuto il piacere di avere Generoso Vella nostro ospite in un webinar organizzato in occasione del Dantedì a cui hanno partecipato più di 100 persone da tutta Italia. La mostra ''Tributo a Dante'' da gennaio ad oggi ha coinvolto 166 artisti da 27 nazioni del mondo e con oltre 180 opere ricevute dedicate al sommo poeta: a Settecento anni dalla sua morte Dante continua a essere il simbolo di unità nazionale e modello di riferimento culturale. La tematica dantesca non ha confini geografici e continua ad essere sempre attuale e sempre stimolante. Parlo a nome di tutta la Delegazione quando dico che sono molto fiera che questo tributo abbia radici irpine: un progetto di arte postale che non si limita a essere tributo ma che diventa relazione, entusiasmo, vicinanza, abbraccio mondiale. Sono quindi davvero molto felice e onorata di assistere all’inizio di questo viaggio e soprattutto di farlo conoscere il più possibile a coloro i quali seguono il FAI".

Oltre alla commemorazione al Sommo Vate a 700 anni dalla sua morte al centro di questa kermesse c’è la Mail Art, ovvero la posta come mezzo di distribuzione di opere. Basandosi sullo scambio di lavori su carta si vuole espandere il concetto di unione da provenienze lontane e diverse facendo dell’arte un modo per accorciare le distanze geografiche, culturali e ideologiche.

Orari di apertura: dal Martedì al Sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00 (ultimo acces­so ore 12,30) e dalle ore 16,00 alle ore 19,00 (ultimo acces­so ore 18,30). L’ingresso è libero con green pass.​

Video popolari

''Tributo a Dante'', gran successo di pubblico al Carcere Borbonico

AvellinoToday è in caricamento