Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A 28 anni dall'omicidio resta viva la memoria di Pasquale Campanello

L'associazione Libera, nella giornata di oggi, presso il Casino del Principe, ha consegnato una piccola opera realizzata da Maria Pia Oliviero, alla famiglia Campanello, in ricordo dell'agente di custodia

 

8 febbraio 1993 - 8 febbraio 2021. Sono trascorsi esattamente 28 anni ma rimane viva la memoria di Pasquale Campanello, vittima innocente di camorra.

"28 anni dall’uccisione di Pasquale Campanello. Nonostante il periodo, abbiamo deciso di realizzare una piccola opera in memoria di Pasquale. La dea bendata che ci ha insegnato ad affrancare il senso di vendetta e di trasformare il dolore e la rabbia in senso di giustizia sociale. Antonietta, ci hai sempre ringraziato. Oggi siamo noi a dire grazie a te".

L'associazione Libera, nella giornata di oggi, presso il Casino del Principe, ha consegnato una piccola opera realizzata da Maria Pia Oliviero, alla famiglia Campanello, in ricordo dell'agente di custodia.

"I ragazzi di Libera sono stati i custodi della memoria di Pasquale - afferma Antonietta Oliva, moglie di Pasquale Campanello - a quanto pare non ci sono i presupposti per la riapertura del caso. Sono passati molti anni e uno stato degno di questo nome avrebbe dovuto fare di più ma troppo spesso le istituzioni vacillano. Il valore della memoria viene rafforzato quando c'è l'impegno e io li ringrazio spesso. Le Istituzioni sono poco attente ma è anche colpa nostra perchè, noi, c'indigniamo poco. Non dobbiamo dimenticare che, quando lo Stato non s'impegna abbastanza, dobbiamo essere noi a richiamarlo all'ordine". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento