Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una nuova archistar internazionale per la salvezza della Dogana

Dall'incontro odierno a Palazzo di Città è emersa la volontà di dare un ulteriore slancio a una struttura che, ormai da anni, versa in condizioni di completo abbandono. Festa: "Farò in modo che sia pronta prima della fine del mandato"

 

Un nuovo architetto di fama internazionale per sostituire Francesco Venezia nell'opera di recupero e rivalorizzazione della Dogana. È quanto emerso dall'incontro tenutosi questa mattina a Palazzo Città, tra il sindaco Gianluca Festa e i rappresentanti del Comitato "Per la Salvezza della Dogana".

Franco Festa: "Si passi dalle dichiarazioni ai fatti"

Come spiegato da Franco Festa del Comitato "Per la Salvezza della Dogana", il nodo centrale dell'incontro odierno è stato l'abbandono dell'architetto Francesco Venezia dalla fase progettuale: "Attorno a lui si era costruita una speranza che non si è realizzata. Tutto è tornato al punto di partenza: il sindaco ha già detto di aver preso contatti con un architetto di fama internazionale e, a settembre, inizierà a lavorare e a fare quello che Venezia non ha fatto".

Si è parlato, in particolare, del Patrimonio statuario della Dogana: "Ci siamo impegnati per vederci entro settembre per valutare il progetto esecutivo e per mettere su un primo tassello. Sappiamo che si sono programmati 700.000 euro per quest'anno, 1.8 milioni per il 2021 e 1,2 milioni per il 2022. Non sappiamo ancora il nome dell'architetto, ma volevamo fare un incontro fattuale e lo abbiamo fatto, questo è un passo in avanti".

Una figura di prestigio può essere utile a rilanciare la dogana: "Per noi va tutto bene, l'importante è che si passi dalla dichiarazione di principio ai fatti".

Il sindaco: "La Dogana merita fama e prestigio in tutta Europa"

Soddisfatto, al termine dell'incontro, il primo cittadino Gianluca Festa: "Dopo una chiacchierata con il prof. Venezia, nella quale ha espresso la volontà di terminare la propria carriera dopo il Covid, ho provveduto subito a contattare una figura che rappresenta un archistar, riteniamo che la nostra Dogana merita una firma internazionale e che sia un'opera conosciuta in tutta Europa"

Le vacanze di Ferragosto hanno bloccato un po' i contatti, ma tra inizio e metà settembre è attesa la risposta: "Rispetto ai tempi sono stato molto chiaro: l'importante è ultimare la Dogana prima di questo mio mandato. La cittadinanza non può più aspettare 15-20 anni per le opere pubbliche. Non voglio più consentire ciò e ho voluto dare una connotazione più manageriale a questa amministrazione. Appena sarà possibile incontrare la sovrintendente parleremo anche delle statue che dovranno essere ricollocate al proprio posto".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento