rotate-mobile
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Addio al Palazzo del Frap's, punto di riferimento per intere generazioni

Partite le operazioni di demolizione dell'edificio di Corso Vittorio Emanuele II: sarà rimpiazzato da Palazzo Marinelli

Addio al Palazzo del Frap's, storico punto di riferimento di intere generazioni della comunità avellinese. Nella giornata di oggi, sono iniziate le operazioni di demolizione dell'edificio situato in Corso Vittorio Emanuele II.

Addio al Palazzo del Frap's

Con l'abbattimento del Palazzo del Frap's, è iniziato il programma di demolizione di edifici risultati inagibili e rimasti in piedi per anni, abbandonati al proprio destino spettrale. Lo storico palazzo di Corso Vittorio Emanuele II, infatti, era ormai disabitato dal gennaio 2014, anno della sua dichiarazione di inagibilità. In quell'occasione, i Vigili del Fuoco intimarono ai proprietari del Caffè Gelateria Frap's − da cui è derivato, negli ultimi anni, il nome dell'edificio − di abbandonare quella che, in passato, era stata la sede di un'altra attività commerciale storica: il celebre negozio di dischi e vinili "Ananas & Bananas" di cui rimase affissa l'insegna, per molto tempo, anche dopo la sua chiusura.

L'edificio sarà, dunque, demolito e sostituito da Palazzo Marinelli, di proprietà dell'omonima famiglia che ha acquisito le quote dai 20 proprietari condomini e ottenuto l'ok per la realizzazione della nuova opera edile: “Un pezzo di storia apre le porte, anzi un simbolico portoncino, a un luminoso futuro per il decoro della città. Ciao FRAP’S, grazie per tutto quello che hai fatto e rappresentato per molte generazioni di avellinesi" dichiara il primo cittadino di Avellino, Gianluca Festa. "Le porte d’ingresso sono state tutelate. Rappresentano un ricordo storico per la cittadinanza avellinese. Saranno restaurate e donate alla città. Abbiamo deciso di fare in questo modo perché, chi ha frequentato il Frap’s ricorda quelle porte come un’icona. Adesso, dalle ceneri della struttura, sorgerà Palazzo Marinelli. Una struttura moderna e abitativa che vedrà anche la realizzazione due piani interrati che saranno destinati ai parcheggi. Con questo intervento andremo ad alleviare il carico dei parcheggi esterni alle abitazioni”.

Il sindaco, poi, si è soffermato anche sulle altre strutture del capoluogo: “Per quanto concerne Palazzo Trevisani stiamo interloquendo con i privati e devo sottolineare la volontà, anche grazie al Superbonus, di intervenire. Per Palazzo Sandulli, ancora, stiamo parlando di una struttura privata e, le ultime informazioni ricevute, le famiglie - a quanto pare – starebbero addivenendo a un accordo. Noi ce lo auspichiamo”.

“Completeremo le incompiute e consegneremo una città più bella che mai”

 “Abbiamo già preparato la delibera, che andrà all’attenzione del consiglio comunale, per alcune abitazioni di Corso Umberto. Abbiamo avuto qualche cessione e anche qualche acquisizione. Noi abbiamo intenzione d’intervenire anche in quella zona per dare decoro alla città e al Centro Storico”. Sul Tunnel, il sindaco puntualizza le dichiarazioni dell’assessore Giacobbe: “Non voglio smentire quanto affermato dall’assessore Giacobbe ma voglio chiarire questo fraintendimento. Giacobbe intendeva dire che entro il 26 saranno ultimati i lavori del Tunnel ma dovremo attendere la realizzazione della cabina di trasformazione. Ieri ho firmato il protocollo con l’Enel. Siamo davvero all’ultimo miglio”.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Addio al Palazzo del Frap's, punto di riferimento per intere generazioni

AvellinoToday è in caricamento