rotate-mobile
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Caro bollette, i commercianti di Avellino si mobilitano ma la manifestazione è un flop

Nuova protesta dei commercianti avellinesi: "I commercianti sono scesi in piazza, questa mattina, ma sicuramente non tutti. Molte strade non hanno proprio aderito"

Continua la protesta dei commercianti irpini in crisi economica a causa dell'aumento dei costi di energia elettrica, gas e materie prime. La categoria, una delle più colpite dal caro bollette, questa mattina, ha dato vita a una nuova manifestazione pubblica  per dare voce ancora una volta alle proprie problematiche.

Caro bollette, i commercianti di Avellino si mobilitano ma la manifestazione è un flop

Purtroppo occorre sottolineare che, il corteo, ha fatto registrare un numero di adesioni addirittura inferiore a quello del mese scorso. Saracinesche abbassate ma questo non può bastare. 

"I commercianti sono scesi in piazza, questa mattina, ma sicuramente non tutti. Molte strade non hanno proprio aderito. Dopo non lamentiamoci se questi sono i regali che riceviamo. Probabilmente, questa città, merita di essere amministrata in questo modo". 

Al termine della manifestazione, conclusasi nei pressi della sede della Prefettura di Avellino, gli organizzatori hanno chiesto al sindaco, Gianluca Festa, la convocazione straordinaria di un consiglio comunale aperto. "Chiediamo - anticipano - che non si spendano soldi per le luci di Natale e di non anticipare il pagamento della Tari per il 2023".

Sullo stesso argomento

Video popolari

Caro bollette, i commercianti di Avellino si mobilitano ma la manifestazione è un flop

AvellinoToday è in caricamento