Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Campania zona gialla, Festa: "Il premier Conte ha dato forza alla nostra posizione"

Il sindaco di Avellino spezza una lancia in favore del nuovo Dpcm e annuncia: "Nessuna competizione con l'Asl, solo collaborazione per screenare 25.000-30.000 persone"

 

La Campania è zona gialla. Giusta l'interpretazione del nuovo Dpcm che entrerà in vigore da domani, secondo il sindaco di Avellino Gianluca Festa.

Ecco le sue dichiarazioni: "Siamo già entrati nella seconda fase, faccio i complimenti alla mia comunità e al presidente del Consiglio Conte, a riprova della bontà delle mie dichiarazioni. Il premier ha confermato e dato forza alla nostra posizione: non è immaginabile che tutte le realtà siano considerate e punite allo stesso modo. Abbiamo una percentuale del 10% su un totale di 4.000 tamponi effettuati, mentre la Campania viaggia a 12%. Bisogna convivere con il virus, lo stiamo facendo bene, lo spauracchio lockdown non è motivato: se il Governo ha concesso la zona gialla alla Campania, è perché l'algoritmo scientifico dice così. Ho interloquito anche con l'Assessore regionale Lucia Fortini, non solo per l'acquisto di ulteriori dispositivi, ma anche per l'erogazione di bonus. A breve arriveranno anche i tamponi rapidi: non c'è nessuna competizione con l'Asl, ma solo collaborazione. In questo modo, riusciremo a screenare 25.000-30.000 persone. Rigore, ma non terrore: ho sempre detto che questa deve essere la nostra linea".

L'auspicio del primo cittadino è quello che, prima o poi, possano riaprire anche i plessi scolastici: "Ora, dobbiamo continuare su questa via e spero che presto si possano riaprire le scuole. È una cosa non più accettabile il fatto che i bambini, fino alle scuole medie, debbano seguire le lezioni davanti a un teleschermo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento