Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Avellino-Turris, Ciancio: "Possiamo andare in testa, ma non guardiamo la classifica"

Le dichiarazioni del difensore biancoverde, assente nel recupero di mercoledì pomeriggio (ore 15), ma pronto a supportare i suoi compagni per l'assalto al primo posto

 

Assente in via eccezionale, a causa di una squalifica ancora da scontare, il difensore dell'Avellino Simone Ciancio ha caricato i suoi compagni in vista del recupero del match della prima giornata di Serie C, girone C, contro la Turris, inizialmente previsto lo scorso 27 settembre e sospeso dopo 9' di gioco per maltempo.

"Proviamo a dare sempre il massimo e a ottenere i punti in ogni campo"

Nonostante la ghiotta opportunità per i lupi di balzare al comando della classifica, in caso di vittoria contro la compagine corallina, Ciancio invita alla calma: "Sono abituato a guardare poco la classifica, pensiamo a portare a casa più punti possibili, partita dopo partita. Noi proviamo a dare sempre il massimo e a prendere i tre punti in ogni campo. Sappiamo che i tifosi ci sono, sentiamo il loro calore: è importante la partita di mercoledì. Puoi dire di essere primo, nonostante una partita ancora da recuperare. Ma ribadisco: la classifica vediamola tra un po'".

"Il mister oggi era un po' arrabbiato, sappiamo di dovergli dare tanto"

L'esperto difensore biancoverde ha parlato anche del rapporto con i suoi compagni di squadra: "Per provare a vincere il campo il gruppo è fondamentale. Siamo tutti bravi ragazzi, abbiamo stima reciproca l'un l'altro e credo che il gruppo sia fondamentale. Cerchiamo di darci sempre una mano. Per il momento stiamo remando tutti nella stessa direzione. Il mister ormai lo conoscete, ancora oggi era in****ato perché per lui, chi ride non è concentrato. Sappiamo che dobbiamo dargli tanto".

Ciancio ha, inoltre, speso parole di elogio nei confronti del giovanissimo difensore croato, Mario Nikolic, non ancora sceso in campo finora con mister Braglia, ma pronto a lasciare il segno: "Un giocatore bisogna valutarlo durante le partite, ma si vede che ha talento e un buon piede. E' del 2001 ed ha ancora margini di miglioramento. Sicuramente troverà spazio, ovviamente deve essere bravo lui quando il mister lo chiamerà in causa".

"Correremo anche per i nostri tifosi"

E, infine, un'ultima battuta sui tifosi biancoverdi: "Quando riapriranno tutti gli stadi, venire a giocare per le altre squadre qui sarà dura. E' un po' surreale, sembra sempre di fare allenamento. Però il periodo è questo, cerchiamo di stringere la cinghia e andiamo avanti. Sappiamo che i tifosi ci seguono sia in casa che in trasferta e correremo anche per loro, che stanno soffrendo in questo momento".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento