Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Avellino-Casertana, Miceli: "Non rilassiamoci, dobbiamo stare sul pezzo"

Il capitano dei biancoverdi, Mirko Miceli, ha presentato il match di domani pomeriggio (ore 17:30) contro i falchetti, valevole per la settima giornata del campionato di Serie C, girone C

 

Il difensore dell'Avellino, nonché capitano della compagine biancoverde, Mirko Miceli, ha presentato la sfida di domani pomeriggio contro la Casertana, in programma allo stadio "Partenio-Lombardi" alle ore 17:30 e valevole per la settima giornata del campionato di Serie C, girone C.

"Dobbiamo essere noi a fare la partita"

Dopo una vittoria e una striscia positiva di risultati, il difensore centrale dei lupi invita i suoi a tenere alta la concentrazione: "Non dobbiamo rilassarci. Dobbiamo sempre stare sul pezzo, concentrati, anche se abbiamo avuto poco tempo a disposizione. Il calendario è quello che è. Peccato per l'inviolabilità persa: abbiamo un po' rosicato nel prendere quel gol in quel momento. Aver preso zero gol fino in quel momento era appagante La mentalità vincente si acquista dando continuità ai risultati, per quanto riguarda il calo di concentrazione non credo sia stato generale, ma sia coincisa con una serie di errori tattici e individuali in quel momento. Non abbiamo particolarmente rischiato, se non in quell'azione in cui abbiamo subito gol".

Sull'avversario di domani, Miceli è categorico e ritiene che tutto dipenda dall'atteggiamento con cui i biancoverdi affronteranno il derby: "Nonostante l'assenza di Castaldo, hanno Cuppone e Fedato che sono ottimi calciatori. Dobbiamo essere noi a fare la partita e a non dare a loro l'opportunità di farci male".

"Non guardiamo alle altre squadre, solo a noi stessi"

Sul campionato di Serie C e sul blasone delle squadre che lo compongono, il caitano della compagine irpina non si sbilancia: "Non so quando verrà fuori il vero Avellino, sicuramente stiamo crescendo, sia a livello fisico che mentale: più partite facciamo, meglio giochiamo. Il pubblico ci manca, sicuramente sarebbe un'arma in più. Spero che finisca il prima possibile quest'emergenza. I valori prima o poi verranno fuori, possono esserci tante situazioni, ma le squadre forti e che hanno un organico importanti emergeranno. Ma noi non dobbiamo guardare alle altre squadre, solo a noi stessi".

Infine, una battuta sull'emergenza Covid-19 nel mondo del calcio: "La situazione ci preoccupa, però tanti fanno anche preoccupare, basta essere un po' più responsabili e cercare di uscire il meno possibile, e fare l'indispensabile. Sicuramente noi calciatori siamo tutelati da questo punto di vista".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento